Nuovo contratto per artigiani metalmeccanici

Il 23 maggio 2014, FIM CISL e Uilm Uil hanno definitivamente ratificato l’intesa di rinnovo del Contratto Collettivo Regionale di Lavoro per i lavoratori dipendenti delle imprese artigiane dell’area metalmeccanica (settori Metalmeccanico, istallazione impianti, Orafi, Argentieri e Affini e delle im-prese Odontotecniche).
Questa importante azione sindacale, a 13 anni dall’ultimo rinnovo, consente di ridare fiato e tutele ai lavoratori di un settore, quello dell’artigianato, colpito in modo drammatico da una crisi che non cessa di mordere.
PREMIO VARIABILE DI PRODUTTIVITÀ REGIONALE
In via sperimentale, dal 1 gennaio 2013 al 31 dicembre 2014, viene istituito un premio di produttività, da aggiungersi all’attuale Premio Produzione previsto dai precedenti Contratti Integrativi Regionali, misurato su diversi parametri a livello regionale che potrebbe elargire, nell’anno successivo all’anno di riferimento in cui avviene la misurazione dei parametri, fino a 800 € complessivi nei 2 anni di vi-genza del premio (detassati e decontribuiti, 400€ “certi” anche nell’attuale fase di crisi). Il premio di produttività verrà erogato con la retribuzione del mese di ottobre.
ORARIO DI LAVORO
Vengono inserite importanti regolamentazioni prevedendo la possibilità di un’articolazione pluriset-timanale degli orari (attraverso una preventiva informazione al rappresentante sindacale di bacino, RSB), aumentando del 10% le ore di flessibilità degli orari del vigente CCNL (con maggiorazioni aggiuntive).
BANCA ORE
Viene perfezionato il sistema della Banca Ore: il 50% delle ore accantonate volontariamente (straordinari, incluse le maggiorazioni, ore supplementari, riduzione orario ed ex festività) potranno essere utilizzate per far fronte a situazioni di crisi e il rimanente 50% delle ore rimarranno a disposizione del lavoratore sotto forma di permessi individuali, utilizzabili anche per il prolungamento delle ferie.
PERMESSI STRAORDINARI
A quanto già previsto nei casi di “lutto famigliare”, viene aggiunta la possibilità di beneficiare di ulteriori 2 giorni di permesso (utilizzando ferie, rol o ex festività) accumulabili ai 3 garantiti dalla legge e dal Contratto Nazionale. Questo consente di avere maggior tempo a disposizioni in quelle tristi cir-costanze, dal momento che, in totale, si può quindi godere di una settimana lavorativa di congedo.
WELFARE INTEGRATIVO REGIONALE
Viene istituito un welfare integrativo regionale a favore di tutti i lavoratori artigiani, con contribuzione totalmente a carico delle Aziende (5 € mensili a dipendente). Questo Welfare Regionale, assieme al già funzionante SAN.ARTI (fondo sanitario nazionale dei lavoratori dell’artigianato) consentirà di potenziare le tutele socio-sanitarie dei lavoratori. La decorrenza potrebbe slittare a inizio 2015.