Piombino, Lucchini: perfezionare vendita dello stabilimento entro il mese di luglio, Il Governo difenda e rilanci la siderurgia.

Dichiarazione del segretario nazionale Fim Cisl Marco BENTIVOGLI – Piombino, Lucchini: perfezionare vendita dello stabilimento entro il mese di luglio, Il Governo difenda e rilanci la siderurgia.

Al margine dell’assemblea dei delegati siderurgici di Piombino, il segretario nazionale Fim Cisl Marco Bentivogli, ha ribadito la necessità di centrare alcuni obiettivi; il primo: è fare di tutto affinché la cessione dello stabilimento della Lucchini di Piombino sia ceduto entro il mese di luglio e che, a partire dalla fine della prima settimana, si chiuda la possibilità di presentare offerte vincolanti.
Il secondo è che in questo periodo tra gli altri, il gruppo indiano Jindal è nella fase più avanzata per la verifica della possibilità di acquisizione, qualora ciò avvenisse è necessario che il piano industriale da presentare entro il semestre successivo garantisca lo sviluppo degli assets produttivi e una riqualificazione industriale tecnologica dell’area a caldo dello stabilimento. Infine, accelerare il percorso per concretizzare tutte le azioni previste nell’accordo di programma a partire dalla realizzazione di un polo per la rottamazione navale su cui, a prescindere dalla destinazione della nave Concordia, va riconfermato l’impegno del Ministero della Difesa a destinare a Piombino le navi militari da dismettere e rottamare.
Piombino, come Taranto, Portovesme, Terni, Genova ecc. sono il banco di prova della capacità del Governo e delle istituzioni locali, di difendere il settore primario dell’industria italiana e la nostra sovranità economica e con essa centinaia di migliaia di posti di lavoro.

Roma, 26 giugno 2014