THALES ALENIA SPACE

DSC_0123

Dopo la totale riuscita degli scioperi in tutti gli stabilimenti del gruppo, Fim, Fiom e Uilm nazionali sollecitano il Governo a convocare le OO.SS. per conoscere le strategie industriali sul settore spaziale, strategico per l’Italia, e il rapido sblocco del finanziamento per l’industrializzazione del programma Cosmo Skymed 2.

Fim, Fiom Uilm sollecitano inoltre l’incontro con Finmeccanica al fine di occuparsi rapidamente della problematica impegnando risorse nel settore, riequilibrando i rapporti societari e di governance con la Thales francese, facendo decollare la Space Alliance sia con Telespazio sia tramite l’acquisizione del settore dei lanciatori AVIO e migliorando i prodotti e la qualità dell’azienda italiana.

Fim, Fiom, Uilm ribadiscono la contrarietà alla cassa integrazione di 350 tecnici che avrebbe come immediata conseguenza quella di perdere competenze specialistiche importanti per il futuro industriale italiano nel settore dello Spazio.

Per queste ragioni Fim, Fiom e Uilm nazionali proclamano le seguenti iniziative di lotta per la difesa di un settore industriale ed occupazionale importante per il nostro Paese.

Blocco dello straordinario, delle trasferte e delle maggiori prestazioni a partire dal 20 giugno, fino a quando l’Azienda non avrà adottato le misure utili a risolvere il problema industriale-occupazionale dei tre siti di Roma, L’Aquila e Milano.

Sono proclamate 8 ore di sciopero articolate a livello territoriale da utilizzare, qualora il Governo non convochi le parti urgentemente, fino alla

Manifestazione Nazionale a Roma con tutti i lavoratori del Gruppo

sotto la Presidenza del Consiglio per il 2 luglio p.v.

Fim-Fiom-Uilm Nazionali