FCA: Nell’ultimo incontro non è stato possibile concludere con una mediazione

DSC_0021

Le segreterie nazionali di FIM UILM FISMIC UGL AQCF si sono riunite in data odierna a Roma come deciso martedì scorso, giorno in cui si è consumata la rottura del negoziato con la direzione aziendale di FCA e CNHI.

 Nell’ultimo incontro non è stato possibile concludere con una   mediazione finale il negoziato.

 Ora è indispensabile che entrambe le parti facciano l’ultimo sforzo avvicinando le distanze sulle parti economiche per il 2014 e sugli ultimi aspetti normativi ancora aperti.

 La situazione economica complessiva del paese, l’andamento dei settori, gli sforzi messi in campo per le fusioni di FCA e CNHI e lo sforzo finanziario per gli investimenti stanziati hanno condizionato fortemente il negoziato.

 Le  segreterie  nazionali  ritengono  che  le  proposte  di  mediazione  da  noi adottate hanno forti elementi di responsabilità che se la direzione aziendale non considerasse, per trovare una giusta soluzione di equilibrio, rischierebbe di peggiorare fortemente le relazioni sindacali nei vari stabilimenti, mettendo in discussione lo stesso Contratto Collettivo Specifico di Lavoro.

 Per questo motivo le segreterie nazionali invitano la direzione aziendale a convocare già nel corso di questa settimana la delegazione trattante, evitando così il determinarsi di una situazione di conflitto con il blocco dello straordinario e delle flessibilità contestualmente deciso dalla data

odierna per tutti gli stabilimenti del gruppo FCA e CNHI.