Federmeccanica: Siglato accordo

Siracusa, 5 luglio ’14 – Livelli di retribuzione rispettati, diritti acquisiti e sicurezza rafforzati, formazione professionale per la riconversione in linea con i nuovi equilibri del mondo del lavoro.
Sono queste le linee guida del verbale di accordo siglato nella tarda serata di ieri tra Federmeccanica e le segreterie provinciali di Fim, Fiom e Uilm, rappresentate dai segretari generali Gesualdo Getulio, Sebastiano Catinella e Marco Faranda, e che rinnova l’integrativo provinciale dei metalmeccanici.
«È una grande vittoria del sindacato e, soprattutto, una vittoria per i lavoratori – ha dichiarato il segretario generale della FIM provinciale, Gesualdo Getulio – Al tavolo è passata la linea che la Fim Cisl ha portato avanti con convinzione e determinazione.»
L’integrativo, confermato per l’intero 2014 e già pronto anche per il 2015, prevede una serie di passaggi che garantiscono i livelli di retribuzione fissati già nel 2010 e offrono una serie di diritti ulteriori per le tute blu.
«L’accordo – ha aggiunto Getulio – prevede una diaria di 3 euro e 20, per un totale di 88 euro al mese; 103 euro al mese per il pranzo; 80 euro medi al mese per il trasporto; 1000 euro all’anno per il quinto livello; il lavaggio delle tute assicurato a tutti i lavoratori.”
L’altro aspetto importante, così come richiesto dal sindacato, riguarda la formazione degli stessi lavoratori. Una riconversione delle professionalità che, in un momento di crisi, potrà garantire maggiore know how ai metalmeccanici della provincia di Siracusa.
«Abbiamo convenuto, inoltre, – ha concluso il segretario generale della Fim Cisl Ragusa Siracusa – di ritrovarci a partire da settembre. Al tavolo di Confindustria intendiamo approfondire la tematica e sfruttare le norme sulla detassazione e decontribuzione. Il sindacato ha già portato avanti questo tema e l’approfondimento e la fattibilità potrebbero portare ulteriori 230 euro annui ai lavoratori.
La vittoria di ieri è la conferma del ruolo sindacale in questa provincia e, allo stesso tempo, una nuova tappa – non conclusiva – per sostenere e garantire la dignità di tutti i lavoratori. La Fim Cisl provinciale è l’autentica locomotiva che, grazie alla forza dei suoi iscritti, traina tutti. Lo facciamo anche contro la crisi e contro coloro i quali pensano di poter andare contro i diritti dei lavoratori.»
Siracusa, 05 luglio, 2014