CONFAPI: Contratto integrativo

Siracusa, 10 luglio ’14 – Anche i metalmeccanici delle piccole imprese della provincia di Siracusa hanno il loro contratto integrativo. L’accordo è stato siglato questa mattina, nella sede di CONFAPI, alla presenza dei tre segretari generali di Fim, Fiom e Uilm, Gesualdo Getulio, Sebastiano Catinella e Marco Faranda.
Come per l’accordo raggiunto cinque giorni fa a Confindustria, pieno rispetto dei livelli di retribuzione e dei diritti acquisiti dai lavoratori in questi anni.
«Ora tutti i metalmeccanici della provincia hanno, nuovamente, certezze economiche e contrattuali. – hanno dichiarato Getulio, Catinella e Faranda – È una vittoria del sindacato e, soprattutto, una vittoria per i lavoratori. Anche a questo tavolo, registrando in verità piena disponibilità di CONFAPI, è passata la linea sindacale che, in queste ultime settimane, abbiamo continuato a sostenere con forza per avere la conferma del contratto integrativo di categoria. Un integrativo equo e senza alcuna differenza tra aziende.»
L’integrativo, confermato per l’intero 2014 e già pronto anche per il 2015, prevede una serie di passaggi che garantiscono i livelli di retribuzione fissati già nel 2010 e offrono una serie di diritti ulteriori per le tute blu.
«Abbiamo convenuto, inoltre, – hanno concluso i segretari generali di Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil che hanno voluto ringraziare tutti i lavoratori e le Rsu – così come deciso anche con le grandi aziende del polo industriale, di ritrovarci a partire da settembre. Al tavolo di CONFAPI intendiamo approfondire la tematica e sfruttare le norme sulla detassazione e decontribuzione. Il sindacato ha già portato avanti questo tema e l’approfondimento e la fattibilità potrebbero portare ulteriori soldi nelle buste paga dei lavoratori.»