SIMAV: Prospettive industriali su futuri appalti

In data 8 luglio 2014 presso Assistal di Roma si è svolto l’incontro tra la Direzione Simav,
con la presenza della capogruppo Siram ed il Coordinamento Rsu, assistite dalle Segreterie
nazionali di Fim, Fiom, Uilm, per affrontare il tema delle prospettive industriali dell’Azienda
in relazione ai futuri appalti, all’ autonomia dalla capogruppo, alle aziende controllate
(Simmec, ecc), al rinnovo dell’integrativo ed al riconoscimento del pregresso.
La Simav ha rappresentato il processo di trasformazione che è avvenuto nell’ultimo
triennio da azienda sostanzialmente monocliente (Finmeccanica) ad azienda che opera in
diverse aree di attività (aereoporti, impianti, difesa) anche dentro alla crisi più generale del
contesto economico. Ha poi illustrato i dati riguardanti il fatturato ed il numero degli
addetti ambedue in flessione del 2013, pur mantenendo una marginalità positiva con un
incremento degli infortuni. Inoltre il rapporto sinergico con la capogruppo Siram, avviato
faticosamente, dovrebbe garantire secondo l’Azienda maggiori opportunità sul mercato
nonché una gestione più attenta dei costi. Concetto sottolineato con forza dalla
capogruppo nello stesso incontro al punto che, pur ribadendo l’autonomia di business della
Simav, ha ricondotto alla necessità di comportamenti coerenti per quanto riguarda gli
obbiettivi strategici nonché gli aspetti di carattere organizzativo.
La Simav ha poi sottolineato la propria attenzione rispetto al cliente Finmeccanica e la
volontà di partecipare alle gare di appalto che ci saranno con tutti gli strumenti disponibili
anche con le aziende controllate (Simmec, ecc) per raggiungere l’obiettivo con
l’assegnazione delle attività Alenia a Simmec, a partire da gennaio 2015.
Il Coordinamento Rsu unitamente alle OO.SS. ha sottolineato l’esigenza di avere un
confronto sul piano industriale di Simav, ivi compreso un confronto con Simmec, partendo
dal presupposto che l’eventuale spogliazione di attività potrebbe portare ad effetti negativi
sulla tenuta occupazionale. Inoltre, ha stigmatizzato il sistema di intervento della Siram
con comunicazioni che ineriscono ai rapporti contrattualizzati di Simav, che invece
prevedono confronti preventivi con le Rsu e, inoltre, ha sottolineato la totale assenza di
trasparenza sul sistema di informazioni rispetto alla gestione organizzativa.
Le OO.SS. hanno appreso, al termine dell’incontro, le ennesime ulteriori dimissioni
dell’Amministratore Delegato del Gruppo in quanto superata l’ipotesi di vendita della
società.
FIM, FIOM, UILM NAZIONALI
Roma, 10 luglio 2014