_DSC2948

Comunicato sindacale
HP: aperta la vertenza al
Ministero dello Sviluppo Economico

 

Si è tenuto oggi l’incontro richiesto da Fim, Fiom, Uilm al Ministero dello Sviluppo Economico con HP. Ha tenuto l’incontro il  Viceministro Prof. Claudio De Vincenti  con il  Dott. Giampiero Castano, per Hp presenti il Dott. Venturi, Colella e Cereda.
L’incontro è iniziato con il  Dott.  Venturi  che ha illustrato sommariamente le politiche di  HP in
particolar modo alla scorporo annunciato, dal Managment mondiale, della parte pc e stampanti e la costituzione di due società entrambe quotate in borsa, con un fatturati pressoché equivalenti.
Ha  precisato  che  tale  progetto  avrà  un  arco  temporale  di  realizzazione  di  12  mesi  e  che  i
dipendenti  della  parte  pc  e  stampanti  in  Italia  saranno  circa  300.  Che  tale  operazione  non dovrebbe  causare  altri  esuberi  oltre  ai  16000  annunciati  annunciati  dal  Ceo  HP  a  maggio scorso,chiarendo che 11000 sono code dei piani  di  tagli  occupazionali  precedenti  e 5000 sono a questi aggiuntivi.
Rispetto all’Italia ha dichiarato che negli  ultimi  anni  c’è stato un calo sensibile del fatturato, che intendono continuare ad investire in Italia e che a differenza di altre aziende il best shore è al di sotto del 20%.
Ha dichiarato inoltre che non intendono delocalizzare dall’Italia e che eventuali operazioni saranno fatte senza licenziare i lavoratori.
Le OO.SS., criticando l’operazione Lutech, hanno richiesto di capire il Piano Industriale del Gruppo, ed  hanno  espressamente  richiesto  se  hanno  in  progetto  altre  esternalizzazioni  di  attività, chiedendo inoltre certezze sulla permanenza dei siti produttivi.
Su questo il dott. Venturi ha dichiarato che non può escludere altre esternalizzazioni, e che rispetto ai siti non esclude in futuro accorpamenti dei siti più piccoli, avendo a riferimento HP in Italia, e quindi non solo HP ES.
Il Dott. Colella ha ribadito per quanto riguarda HP ES, le cose dette a maggio, non escludendo
anche lui piani diversi.
Il Dott. Cereda ha richiesto di incontrarsi per una procedura “aggiuntiva” di mobilità.
Il Vice ministro Claudio De Vincenti :
• ha annunciato una iniziativa del MISE rispetto ai bandi di gara per la PAC che tende a garantire negli  stessi  che sia prevalente nelle aggiudicazioni  il  contenuto dell’offerta tecnica rispetto a quella economica,
•ha poi  espressamente chiesto ad HP di  precisare la sua strategia,  di  sapere come intendono affrontare questa situazione e di tornare in sede ministeriale per illustrare le azioni future Allo scopo ha riconvocato l’incontro per il 15 dicembre.

Le OO.SS. nel giudicare positivamente il comportamento del Mise, esprimono un giudizio negativo sull’atteggiamento e le posizioni  di  HP sia sulle questioni  occupazionali  che sul  destino dei siti produttivi che non tranquillizza le lavoratrici ed i lavoratori di HP ES.

 

FIM-FIOM-UILM NAZIONALI INDICONO PER QUESTO GIUDIZIO
2 ORE DI SCIOPERO CON ASSEMBLEE DA EFFETTUARSI IN TUTTI I SITI

Roma 12 novembre 2014
Fim Fiom Uilm nazionali
Coordinamento RSU HP ES

HP_vertenza_aperta