“Voglio far vincere il lavoro”

DSC_0314

CISL: BENTIVOGLI, NEL 2015 DA FIM E FEMCA AL VIA SINDACATO INDUSTRIA 2.0

“Nella primavera del 2015 lanceremo il primo grande sindacato dell’industria italiano, che metterà insieme metalmeccanici e lavoratori del tessile, della chimica, delle acciaierie, così come già avviene in Europa”. Così Marco Bentivogli, segretario nazionale della Fim Cisl, che giovedì
dovrebbe essere eletto al posto di Giuseppe Farina alla guida dei metalmeccanici di via Po, spiega a Labitalia le prossime tappe del processo di unificazione delle federazioni di Fim e Femca.
“Dovrà essere un sindacato nuovo, 2.0, capace di dare cittadinanza sindacale -sottolinea Bentivogli- agli ‘invisibili’, e cioè a tutti coloro che fino a questo momento non l’hanno avuta. Dobbiamo dire addio ai vecchi riti del sindacato, che sono ormai superati, tenete conto di giovani e lavoratori precari, e non solo, che troppo spesso sono stati trascurati”.

E per far questo nel sindacato “ha già preso il via -spiega Bentivogli- un processo di semplificazione e sburocratizzazione, che dovrà portare anche a una svolta generazionale”. “Dovremo parlare non solo a chi lavora nelle grandi aziende, ma anche a tutti gli altri, aprirci quindi alla nuova rappresentanza”, avverte.

E nelle richieste dell’organizzazione ci sarà la necessità “di far ripartire il Paese, che ha perso centinaia e centinaia di migliaia di posti di lavoro nell’industria, ha grossi ritardi nelle infrastrutture, l’energia più cara d’Europa”. “Ed è un Paese -conclude- che non ha materie prime e deve sbloccare i freni che ha  nella burocrazia per imprese e lavoratori”.

Bentivogli leader Fim, “voglio far vincere il lavoro“. Si’ ad “una svolta radicale del sindacalismo italiano, in prima linea nelle vertenze nazionali della siderurgia e dell’alluminio, nelle fabbriche e nelle piazze”. E’ il programma d’azione di Marco Bentivogli, che giovedì sara’ eletto nuovo segretario generale dal Consiglio Generale della Fim Cisl. Bentivogli, 44 anni, succede a Giuseppe Farina, entrato nella Segreteria Confederale Cisl. “Fa troppo comodo un sindacato che candida i lavoratori alle eroiche sconfitte – sostiene Bentivogli – noi vogliamo fare vincere il lavoro e i lavoratori”.

Roma, 11 novembre 2014