Renzi smetta di fare propaganda su articolo 18

DSC_0651

Comunicato Stampa

Dichiarazione del segretario generale Fim Cisl Marco Bentivogli  

 

Renzi smetta di fare propaganda su articolo 18, non è un ostacolo ma un alibi per chi ha già portato soldi altrove.

 

L’articolo 18 della Legge 300 del 1970, non è mai stato un ostacolo agli investimenti, alle assunzioni e come dimostrano i 600 mila posti di lavoro perduti dal settore industriale, tutti di lavoratori tutelati dall’art.18, non impedisce i licenziamenti.

Pertanto le parole del premier relative all’abbattimento dell’art.18 come “ostacolo agli investimenti” rispondono più a un botta e risposta propagandistico, che alla realtà delle misure e al merito delle questioni.

Gli investimenti si fanno ripartire riducendo il costo dell’energia, delle materie prime, della burocrazia, delle infrastrutture, liberalizzando l’accesso al credito, favorendo innovazione e ricerca.

Tutte partite nella disponibilità d’intervento del Governo che ci auguriamo se ne occupi presto superando lo scontro sul mercato del lavoro.

L’art.18 non è un ostacolo è troppo spesso un alibi per portare soldi all’estero, verso la finanza, verso i settori delle rendite.

 

Roma, 21 novembre 2014                                                                              Ufficio Stampa Fim Cisl

 

Comunicato Stampa Segretario Generale Fim-Cisl