Acciai Speciali Terni: “Fare di tutto perchè arrivi accordo”

_DSC4715

ACCIAI SPECIALI TERNI

Dopo 35 giorni di lotta importante vedere primi risultati

 “E’ ovvio che non c’è un accordo a tutti i costi, ma la nostra determinazione è fare di tutto perché si arrivi a fare un accordo, dopo 35 giorni di lotta ad oltranza è importante iniziare a vedere i primi risultati”: lo ha detto stamani a Terni il segretario generale Fim-Cisl, Marco Bentivogli, a margine della riunione degli iscritti sulla vertenza Ast.
Tornando sulle dichiarazioni di ieri del segretario della Fiom, Maurizio Landini (“Non si può fare un accordo a tutti i costi”), Bentivogli ha spiegato che “è chiaro che l’accordo deve essere sostenibile e su questo, sulle posizioni della mediazione, c’è unità totale di tutti, di tutto il movimento sindacale”.

Secondo il leader Fim, “sul piano industriale per Ast ci sono stati notevoli passi in avanti, mentre restano aperte questioni relative alla distanza sul salario, sull’integrativo da riconoscere dopo la disdetta di tutti i contratti aziendali”.
“Per noi è molto importante che si elimini l’automatismo sui licenziamenti, la famosa clausola finale che prevede che per i futuri 24 mesi, qualora non ci siano quelli che aderiscono volontariamente all’uscita, siano automaticamente licenziati”.
L’altro aspetto fondamentale per i sindacati “riguarda una clausola sociale di salvaguardia per tutte le ditte in appalto”.

Sulla rimodulazione dello sciopero programmata dalle rsu, Bentivogli ha voluto rimarcare che si tratta di una “decisione unitaria, non un atto di debolezza ma un atto di forza: bisogna sempre fare le lotte più efficaci che costino meno dal punto di
vista salariale ai lavoratori”.