@BentivogliMarco: Solidarietà della Fim al sottosegretario Bellanova per le minacce ricevute.

_DSC4733

Comunicato Stampa

Dichiarazione del segretario generale Fim Cisl Marco Bentivogli 

Solidarietà della Fim al sottosegretario Bellanova per le minacce ricevute.

Basta tifoserie e propaganda sulle tematiche del lavoro.

 

Esprimo la massima solidarietà e vicinanza al sottosegretario al welfare Teresa Bellanova, mia e dei metalmeccanici della Cisl. La Bellanova è interlocutore importante non solo nelle tematiche relative alle riforme, ma nelle più difficili vertenze sindacali come quella dell’AST recentemente conclusa.

E’ singolare, che nei momenti di crisi il clima del confronto politico e sindacale venga svilito nella peggiore contesa tra tifoserie.

La Fim e la Cisl hanno chiesto modifiche ai decreti attuativi del jobs act tese a ridurre drasticamente le 42 forme di precariato attualmente presenti, ma è inaccettabile che troppi organi d’informazione utilizzino toni e termini fuori da qualsiasi buonsenso e che in troppi casi traducono i provvedimenti del governo come la “reintroduzione di nuova schiavitù”.

Ci sono troppi apprendisti stregoni in cerca di protagonismo politico, che con la loro fraseologia irresponsabile, scatenano gli elementi, come sempre perdendone la capacità di riprenderne il controllo.

Nel nostro Paese la storia non insegna nulla e proprio su temi come il lavoro, faziosità e propaganda, da parte di tutti, dovrebbero lasciare il posto a ragionevolezza ed efficacia.

Siamo certi che il sottosegretario continuerà il suo operato in continuità con la faticosa ma importante ricerca del dialogo accompagnata da una sana determinazione riformista.

 

 

 

Roma, 3 gennaio 2014

Ufficio Stampa Fim Cisl