CSM:tutelare i lavoratori e sostenere risanamento e rilancio azienda

Logo CSM

Comunicato stampa

CSM: al via il 12 marzo trattativa sugli ammortizzatori sociali.

L’obiettivo  è quello di tutelare i lavoratori

e sostenere  il risanamento e il rilancio dell’azienda.

 

Nell’incontro tenuto oggi al Ministero dello Sviluppo Economico per Centro Sviluppo Materiali (CSM), l’amministratore delegato ha illustrato dettagliatamente il piano di risanamento e rilancio della società, che comprende, in sintesi, interventi su tre aree:

  • il posizionamento strategico con il consolidamento dei tradizionali clienti e la ricerca di nuovi nell’area steel e Oil and gas, il potenziamento dell’area della ricerca per altri materiali e metalli;
  • la riorganizzazione, già avviata e in fase di completamento della struttura aziendale e dei modelli operativi;
  • la riduzione dei costi fra i quali circa il 50% è in capo alla riduzione del costo del lavoro.

Il Piano prevede una fase molto critica nel 2015 alla fine della quale è necessario il raggiungimento del pareggio di bilancio e una successiva fase triennale di crescita, per la quale, l’azienda sta lavorando per assicurare il raggiungimento degli obiettivi che sono legati in parte anche alla ripresa del settore siderurgico in Italia.

Come già annunciato nel precedente incontro l’azienda denuncia l’esistenza di circa 80 esuberi, senza ulteriore dettagli. Su richiesta delle organizzazioni sindacali l’azienda ha dichiarato di essere disponibile a accantonare la mobilità, per prendere in considerazione ammortizzatori sociali conservativi. Il giorno 12 marzo ore 14,30 comincia la trattativa, presso l’Unione Industriali di Roma, sugli ammortizzatori sociali. In quella sede verificheremo fino in fondo le disponibilità dichiarate.

Per la FIM occorre fare uno sforzo per costruire un accordo di tutela per i lavoratori che assecondi e favorisca il risanamento e il rilancio di CSM.

 

Roma, 4 marzo 2015

Ufficio Stampa Fim Cisl

Scarica comunicato