Fincantieri: prosegue la trattativa, senza importanti passi avanti

CROCIERE: COSTA INIZIA NUOVA ERA, AL VIA COSTA DIADEMA

Comunicato sindacale

Fincantieri: prosegue la trattativa, senza importanti passi avanti

 

Nella giornata di lunedì 2 marzo si è tenuto il previsto incontro tra le OO.SS. nazionali, i Coordinamenti nazionali Fim, Fiom, Uilm di Fincantieri e la Direzione Generale del Gruppo in merito alla trattativa sulla contrattazione integrativa.

Nel corso dell’incontro l’Azienda ha esposto la sua proposta sui temi relativi a: flessibilità orario, gestione della busta paga, trasferte e permessi retribuiti, come Fim e Uilm abbiamo ribadito che, sulle proposte fatte siamo disponibili ad approfondire i vari argomenti, tenendo però ben presente che:

  • sulla flessibilità, partendo dagli accordi attualmente in essere, si dovrà definire un meccanismo che permetta uguale trattamento in tutti i Siti del Gruppo e che potrà trovare applicazione previo un confronto con le RSU, all’interno dei singoli Siti;
  • sulla gestione della busta paga, dove ci è stato proposto di accumunare, per i dipendenti in forza, le diverse voci presenti all’interno della busta paga, alcune risalenti agli anni 80, con valori uguali per tutti, garantendo comunque la salvaguardia economica dei singoli attraverso una compensazione nei superminimi individuali non assorbibili, abbiamo ribadito la necessità di avere un quadro completo delle varie voci e delle conseguenza che un’operazione di questo genere può creare sia sui dipendenti attuali che quelli futuri;
  • sulle trasferte, l’azienda ha proposto di eliminare l’indennità del pasto quando questa avviene all’interno dei Siti, è stato inoltre proposto di eliminare l’importo di € 11,25 riferito al rimborso forfettario, e per quanto riguarda la “mini trasferta” RT-MU il rimborso forfettario di € 7,75 oltre a ridurre a due ore le ore viaggio spostando l’ora per beneficiare della cena alle ore 20,00, su questi argomento è stato chiesto, pur ritenendoli difficilmente percorribili, un ulteriore chiarimento poichè in Fincantieri esistono due tipi di trattamento tra operai e impiegati sulla possibilità di beneficiare del pie di lista e quindi la soluzione prospettata penalizzerebbe in maniera ancora più pesante gli operai;
  • sui permessi retribuiti viene proposto di eliminare i permessi indisponibilità e i permessi visite mediche e terapie, su questo argomento è stato chiesto di avere una maggiore visibilità per capire dove se ne beneficia e le quantità utilizzate;

per tutti questi argomenti e per avere ulteriori indicazioni e per avere anche una maggior chiarezza delle proposte fatte si è concordato di avviare una commissione paritetica che a partire dai prossimi giorni affronterà i vari punti sopra esposti, fermo restando che per quanto ci riguarda il tavolo di confronto è e rimane quello nazionale dove la discussione dovrà necessariamente avere risposte su tutti i punti della piattaforma integrativa presentata.

Sono stati giù programmati ulteriori incontri già a partire dal prossimo 5 marzo a Genova su appalti e ambiente e sicurezza.

 

Roma, 3 marzo 2015

 

Fim Uilm nazionali

Coordinamenti nazionali Fim, Uilm, Fincantieri

Scarica comunicato