#PIAGGIO : incontro di Fim Fiom Uilm con il presidente del Gruppo Piaggio Roberto Colaninno

Uliano -Virus

Comunicato Stampa
Incontro di Fim Fiom Uilm con il presidente
del Gruppo Piaggio Roberto Colaninno

Dichiarazione di Ferdinando Uliano, Segr. Naz. Fim Cisl

Si è svolto oggi a Pontedera l’incontro tra i Segretari nazionali e territoriali di Fim Fiom e Uilm e le Rsu aziendali con il presidente del Gruppo Piaggio Roberto Colaninno, con l’obiettivo di monitorare la situazione degli stabilimenti di Pontedera (Pi), Noale Scorzè (Ve) e Mandello Lario (Lc), sia sul versante dell’occupazione che sulle prospettive future.
“Il mercato delle due ruote in Italia e in Europa non ha avuto alcuna inversione di tendenza; in 6 anni l’immatricolato nel nostro paese si è ridotto del 67% mentre si è dimezzato in Europa. Malgrado questo contesto difficile – afferma Ferdinando Uliano, segr. Naz. Fim Cisl – siamo riusciti a mantenere i livelli occupazionali, che hanno fatto registrare una lieve flessione (da 4166 a 3734 unità); nello stesso tempo sono continuati investimenti significativi sull’innovazione di prodotto e di processo che negli stabilimenti italiani hanno rappresentato circa il 65% rispetto al totale del Gruppo che nel 2013 sono stati di 87 milioni di euro, nel 2014 di 94 milioni, mentre nel 2015 saranno pari a 96 milioni”.
“Al presidente Colaninno – continua Uliano – abbiamo ribadito la necessità di un intervento volto ad allargare ancora di più la presenza del Gruppo sul mercato globale, oltre i confini italiani e europei, aumentando le produzioni degli stabilimenti italiani, a maggior ragione se si considera che a Pontedera e a Noale Scorzè abbiamo sottoscritto accordi sui contratti di solidarietà per difendere l’occupazione”. “In questo senso – conclude Uliano – crediamo sia importante e significativa l’affermazione fatta da parte dell’azienda di continuare a ritenere centrali nel Gruppo gli stabilimenti italiani, con un rafforzamento degli interventi sulla qualità, e sulle meccaniche e i motori, nonchè con il potenziamento della rete di vendita e di assistenza che consentiranno di migliorare ulteriormente i livelli produttivi e occupazionali del Gruppo”.

Roma 18 marzo 2015

Ufficio Stampa Fim Cisl

Scarica Comunicato