ILVA: Bentivogli, ritardi su ambientalizzazione, rilancio industriale sempre più inaccettabili

Ilva, manifestazione sindacale a Taranto in sostegno ai lavoratori

Comunicato Stampa

 Dichiarazione del Segretario Generale Fim Cisl Marco Bentivogli

 ILVA: ritardi su ambientalizzazione, rilancio industriale sempre più inaccettabili

Newco operativa solo dall’estate. Coinvolgere industriali settore.

  

Si è appena concluso presso Il Ministero dello Sviluppo Economico il vertice ILVA con Il Ministri Guidi e il sottosegretario Bellanova,  i tre commissari e il direttore generale ILVA Rosini.

Il direttore generale, Rosini, ha diviso le due fasi di gestione industriale,  in una prima di stabilizzazione e nomalizzazione e una seconda, di rilancio e sviluppo.

Si prevede l’avvio dei più importanti cantieri previsti dalle prescrizioni dell’AIA sia per il secondo trimestre, tra cui il rifacimento di Afo1 con la sua ripartenza per il terzo trimestre,  e nel quarto i cantieri relativi all’acciaieria. Mentre per il 2016  si prevede la ripartenza di Afo 5.

Nella seconda fase di rilancio sarà necessario recuperare capacità produttiva e quote di mercato perdute in questi anni. Sulle risorse economiche, il commissario Laghi ha comunicato che nei prossimi giorni saranno disponibili le risorse del contenzioso Fintecna(156mln), serve poi ancora provvedimento Gip e Camera di Consiglio per i 1.2 mld di risorse sequestrate dai Riva. Sempre su questo versante, analoga interlocuzione è attivata per il recupero dei 175 milioni presso il FUG.

Sono inoltre riaperte interlocuzioni con gli istituti di credito che nei prossimi giorni dovranno manifestare le loro disponibilità nel riaprire linee di credito. Con Cassa Depositi e Prestiti per il prestito a garanzia di 400 milioni.

Sulla newco, inizialmente prevista per marzo, il Ministro ha annunciato come imminente l’avvio di un DPCM che prevederà l’istituzione di un Fondo di Turnaround che sarà operativo attraverso la Newco per la prossima estate e si occuperà alla sua partenza come primo intervento proprio di ILVA.

Per il Segretario generale della Fim Cisl Marco Bentivogli, il programma previsto dal Governo è in preoccupante ritardo: sul piano ambientale, industriale e sulla newco. Questi elementi allontanano gli obiettivi di ambientalizzazione e rilancio industriale, vanno coinvolti soggetti industriali siderurgici nel più breve tempo possibile, recuperare tutti i ritardi e assicurare tutte le risorse per il rilancio  dell’ILVA e del suo indotto. La situazione è al collasso e il perdurare di carenza di risorse e interventi rischia di rendere molte problematiche sempre più di costosa e irreversibile criticità.

 

Roma, 24 marzo 2015

Ufficio Stampa Fim Cisl

Comunicato stampa