Bentivogli, Whirlpool: dritti verso lo scontro, azienda conferma chiusure e licenziamenti

17083086157_b7cc146cdc_o

Dichiarazione del Segretario Generale Fim Cisl Marco Bentivogli

Whirlpool: dritti verso lo scontro, azienda conferma chiusure e licenziamenti,

difenderemo integrità gruppo. 

Ci attendevamo dall’azienda un cambio di rotta tradito dalla disponibilità ad aprire confronto senza pregiudiziali. Restano le chiusure e i licenziamenti. Inaccettabile inoltre il confronto in due tappe, celando quella successiva che riguarderà gli esuberi tra gli impiegati. È insufficiente confermare l’accordo del 2013 da un lato ,senza assicurare missioni e attività produttive per tutti i siti. Whirlpool elabori piani di rientro di produzioni che assicurino la sostenibilità industriale e sociale di tutti i siti, difenderemo integrità del gruppo da nord e sud.

Per evitare lo scontro bisogna rimuovere chiusure e licenziamenti a partire da Caserta. Per quanto riguarda l’area campana a Carinaro c’è un polo industriale che ha logistica, spazi e infrastrutturazione che non ha eguali. Non comprendiamo la logica industriale che ha portato il mirino su Carinaro, bisogna spostarlo e rivedete le missioni produttive.

Il governo ricordi che questo settore è stato sfogliato come un carciofo e siamo rimasti con un settore in mano a due gruppi multinazionali che ha perso siti e occupazione serve maggiore attenzione e strategia di politica industriale.

Non mi scandalizzo per i finanziamenti pubblici, ma quando li si accetta bisogna prendersi anche l’altra parte che si chiama responsabilità sociale dell’impresa. Altrimenti il contribuente paga le aziende che licenziano i lavoratori.

Roma, 29 aprile 2015

Ufficio Stampa FIM CISL

Scarica comunicato