ILVA: RETROCESSIONE ILVA IN AS A RIVA FIRE

ilva_taranto

Comunicato sindacale

 RETROCESSIONE ILVA IN AS A RIVA FIRE

Si è tenuto questa mattina, presso Confindustria nazionale la prevista riunione per l’espletamento della procedura ex articolo 47 della legge 428/90, relativa alla retrocessione del ramo d’azienda da Ilva in AS a Riva Fire in liquidazione.

Il ramo d’azienda, con i relativi dipendenti, era stato ceduto in affitto alla ILVA nel 2013 fino alla conclusione del commissariamento di cui al decreto legge n. 61/2013.

La nuova situazione, determinatasi con l’amministrazione straordinaria, ha determinato quindi la fine del contratto di affitto e la conseguente retrocessione dei lavoratori (73+ 5 dirigenti) alla Riva Fire.

Riva Fire in liquidazione, non presente all’incontro, ha nel frattempo comunicato che stante la sua attuale situazione non è in grado di occupare i lavoratori e che pertanto dovrebbe aprire una eventuale procedura di mobilità.

Ilva in A.S. ha dichiarato la disponibilità ad assumere tutti i lavoratori che si rendano disponibili, alle medesime condizioni economiche e normative in essere e senza soluzione di continuità.

Pertanto, il verbale che le organizzazioni sindacali hanno sottoscritto in data odierna, nel registrare l’avvenuta consultazione di legge, prevede l’assunzione di tutti i lavoratori attualmente in forza e che manifestino l’intenzione di restare alle dirette dipendenze dell’ILVA in A.S.

Concretamente entro la fine di maggio e fino al 31 luglio 2015 ILVA in A.S. proporrà ad ogni singolo lavoratore di sottoscrivere l’accettazione della assunzione in ILVA, contemporaneamente all’ accettazione delle dimissioni da RIVA Fire.

Per definire meglio le modalità, anche tecniche, di tale passaggio abbiamo convenuto di incontrarci entro la fine del mese corrente.

Fim, Fiom, Uilm nazionali

Roma, 12 maggio 2015

Scarica Comunicato