La Fim, il Dialogo Sociale e buone prassi del suo esercizio

iPhone Image 961261

Si è svolto ieri a Potenza, presso la sede di Confindustria, l’evento di diffusione e trasferimento dei risultati del Piano GARDEN (del soggetto attuatore Memory Consult) finanziato da Fondimpresa a valere sull’Avviso 1-2014.

CONVEGNO DI DIFFUSIONE E TRASFERIMENTO RISULTATI Piano GARDEN

 Gestione Ambientale e Razionalizzazione Dell’ENergia

Potenza 3 giugno 2015 SEDE CONFINDUSTRIA BASILICATA Via Di Giura – Centro Direzionale

Ore 15.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 15.30 Apertura lavori

Interventi
Antonio Imbrogno Amministratore Memory Consult S.r.l. L’esperienza della formazione continua quale volano di sviluppo e crescita aziendale
Francesco Telesca Responsabile Area Formazione Memory Consult S.r.l. Presentazione dei risultati formativi
Luigi Ferrara Presidente A.N.CO.R.S. Il contributo del soggetto delegato alle attività del Piano
Giovanni Apostolo Docente /Consulente Ambiente ed Energia – Basilicata La formazione volta all’ottimizzazione dell’efficienza energetica in azienda
Sabrina Piancone Sede A.N.CO.R.S. Puglia – Consulente SINCO S.r.l. L’esperienza della formazione nelle PMI pugliesi
Giuseppe D’Ercole Dipartimento Ambiente, Salute e Sicurezza Cisl Nazionale L’azione congiunta di impresa e sindacato per la promozione dell’efficienza energetica
Antonello Gisotti Responsabile Ufficio Formazione Continua e Fondi Interprofessionali Fim Cisl nazionale La formazione e il dialogo sociale

Dibattito e conclusione lavori

IL PROGRAMMA Programma Convegno GARDEN 

SINTESI DEL PIANO GARDEN relazione finale attività svolte GARDEN

Il progetto “GARDEN – Gestione Ambientale e Razionalizzazione Dell’Energia” ha coinvolto aziende delle regioni Basilicata, Sicilia e Puglia del settore metalmeccanico, di cui alcune appartenenti a settori di attività economica ad alto rischio infortunistico.

Le aziende che hanno aderito all’iniziativa progettuale erano fortemente orientate a realizzare una gestione sostenibile e a pensare all’ambiente come valore aziendale oltre che orientate a migliorare le competenze dei propri dipendenti. Le aziende individuate credono nella formazione continua quale strumento per realizzare i risultati strategici individuati dal Management aziendale e intendevano intraprendere un cammino di crescita che affrontasse tutti gli aspetti connessi con l’esecuzione di interventi di miglioramento ambientale ed energetico, dalla conoscenza del quadro legislativo in cui ci si muove, all’approfondimento delle caratteristiche proprie delle varie tecnologie fino ai dettagli della fase applicativa e all’analisi delle prospettive future offerte dalle innovazioni in fase di sviluppo. L’evoluzione della normativa e la messa a punto di nuove soluzioni che vanno ad incrementare l’efficienza o l’efficacia dei processi rende indispensabile per le aziende il porsi in un’ottica di formazione continua. L’ATI con questo Piano è stata impegnata nella divulgazione del pensiero ecologico attraverso i vari step di studi, ricerche diagnosi e iniziative di formazione e diffusione. Si è preso atto dell’impatto ambientale delle aziende metalmeccaniche, ma al tempo stesso del ruolo, che queste potevano svolgere in materia di tutela, prevenzione e sensibilizzazione, compiendo, in questo modo, un importante passo sulla lunga strada che conduce alla sostenibilità.

Le aziende, infatti, hanno maturato la consapevolezza che I Sistemi di Gestione Ambientale, in accordo alla normativa internazionale ISO 14001, costituiscono lo strumento più consolidato per introdurre la variabile ambientale nel sistema organizzativo e decisionale delle imprese. Investire sulla formazione, professionalizzare i dipendenti ha permesso, quindi, alle aziende di avere le risorse per accompagnare i processi di implementazione e di godere di numerosi vantaggi, tra cui il miglioramento continuo e volontario delle proprie prestazioni ambientali, la riduzione degli sprechi, l’efficace controllo della piena conformità alle normative di legge, il miglioramento dei rapporti con le parti interessate e – più in generale – il miglioramento del proprio sistema gestionale in termini di razionalizzazione dei processi e dell’organizzazione.