17 novembre, Vertice sindacale europeo a Taranto per l’industria siderurgica

01pol2-taranto-manifestazione-Ilva-mis551

01pol2-taranto-manifestazione-Ilva-mis551

Martedì 17 novembre 2015, il comitato di IndustriAll Europe (il sindacato europeo dell’industria) si riunisce, presso l’Aula Magna dell’Istituto Tecnico Industriale Statale “A. Pacinotti” in Via Lago Trasimeno a Taranto. Presieduto da Michael Bach, rappresentante del sindacato tedesco IG Metall il comitato affrontera’ – dopo gli interventi di benvenuto dei sindacati nazionali di Fim-Cisl, Fiom-Cgil e Uilm-Uil e della direzione di ILVA – la situazione economica e sociale nella siderurgia europea.

Compito affidato a Philippe Morvannou, ricercatore dell’Istituto francese Syndex. A questa presentazione seguiranno brevi report per i singoli paesi o per le singole imprese e la discussione tra i partecipanti (una cinquantina) provenienti da 12 paesi (Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Olanda, Regno Unito, Repubblica Ceca, Slovacchia, Spagna, Svezia).

Nel corso degli ultimi anni, dopo la crisi finanziaria iniziata nel 2008, l’industria siderurgica in Europa ha perso 80.000 posti di lavoro. Equivalgono a una riduzione di capacità produttiva pari 50 milioni di tonnellate di acciaio in meno di 7 anni, che rappresenta un quarto dell’industria siderurgica europea.

Come ha dichiarato Bart Samyn, Segretario Generale aggiunto di IndustriAll Europe:

“Questo non può continuare. I ministri europei devono agire prima che sia troppo tardi. La siderurgia europea è la spina dorsale delle industrie manifatturiere europee e rimane un motore d’innovazione tecnologica vitale per la creazione di valore nei settori a valle. Inoltre, crea posti di lavoro qualificati, di qualità. E’ giunto il momento di agire per garantire la siderurgia europea e il futuro dei metalmeccanici e delle loro famiglie che dipendono da questo settore“.

A questo scopo l’agenda dei lavori prevede una sequenza di report (da parte di Isabelle Barthès e Enrico Gibellieri del Segretariato di IndustriAll Europe) e discussioni sui seguenti punti:

  1. Lo stato di avanzamento del Piano d’Azione europeo per l’acciaio, definito nel Gruppo di Alto Livello composto da CE, sindacati e imprese
  2. La revisione della Direttiva Europea sul Sistema di Commercio delle Emissioni (ETS)
  3. Il riconoscimento alla Cina dello Status di Economia di Mercato e gli accordi commerciali
  4. I cambiamenti demografici nell’industria siderurgica
  5. La valutazione sul progetto congiunto imprese-sindacati sull’efficienza energetica e delle risorse
  6. Le attività del Comitato Dialogo Sociale nel settore siderurgico

Il comitato nella mattinata di mercoledì 18 novembre si sposterà all’interno dell’ILVA per incontrare la direzione e i rappresentanti sindacali aziendali e visitare lo stabilimento.

A cura dell’Ufficio Internazionale FIM-CISL