BENTIVOGLI:dal Presidente del Consiglio generalizzazioni da bar. La Fiat l’abbiamo salvata noi.

Cattura

Comunicato Stampa

Dichiarazione del Segretario generale nazionale Marco Bentivogli

Bentivogli (Fim Cisl): dal Presidente del Consiglio generalizzazioni da bar

La Fiat l’abbiamo salvata noi.

Marco Bentivogli, leader della FIM Cisl, commenta così le parole del Premier Renzi alla Scuola di formazione politica del PD: “Ci sembra che sia una cattiva formazione politica continuare a generalizzare tutto il sindacato o con qualche piccola parentesi di ambiguità su “certi sindacalisti”.

Non accetto che il Presidente del Consiglio del mio Paese disponga di così scarsa virtù del discernimento. Guai ad accumunare la FIM, che è largamente la prima organizzazione in FCA, con il sindacato ideologico e reazionario. Ma noi abbiamo pazienza e gli rispieghiamo: la Fiat, dopo il no della Fiom a Pomigliano aveva già considerato chiuso quell’investimento e una parte del successo di questa ripresa produttiva è proprio grazie ad accordi sindacali che la parte più forte del sindacato in Fca ha contrattato e sottoscritto con coraggio e lungimiranza. Questi accordi ci sono costati: assalti alle sedi sindacali, dirigenti sotto scorta, violenze e intimidazioni di ogni tipo. Con grande parte dei media italiani che ci hanno dipinto come “traditori” e “venduti”. Ricordo che lo stesso Renzi il 10 ottobre 2012 disse a Repubblica TV che Marchionne “aveva tradito gli operai”.

Caro Renzi, il sindacato non è tutto uguale. Per le sfide che abbiamo vinto e per quello che la nostra gente ha subito dentro e fuori dalle fabbriche, non accetteremo più queste generalizzazioni da bar, non degne di chi dice di voler cambiare il Paese”.

Roma, 2 Aprile 2016

Ufficio Stampa Fim Cisl

Scarica PDF comunicato