FINALMENTE ATTIVA LA DETASSAZIONE DEI PREMI DI RISULTATO!

Volantino Detassazione FIM CISL 2016

Volantino Detassazione FIM CISL 2016

RILANCIAMO LA CONTRATTAZIONE, MIGLIORIAMO LA PRODUTTIVITÀ E AUMENTIAMO I SALARI!
QUESTA È LA STRADA INDICATA DALLA FIM CISL

CHI PUÒ BENEFICIARE DELLA DETASSAZIONE?
I lavoratori con reddito da lavoro dipendente, riferito al 2015, non superiore a 50.000 € lordi.

QUALI SONO I PREMI DETASSATI? E PER QUALE IMPORTO?
Sui premi variabili legati a incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione, che possono consistere nell’aumento della produzione o in risparmi dei fattori produttivi o nel miglioramento della qualità dei prodotti e dei processi, anche attraverso la riorganizzazione dell’orario di lavoro (non straordinario) o il ricorso al lavoro agile quale modalità flessibile di esecuzione del rapporto di lavoro rispetto a un periodo congruo definito in accordo. L’importo massimo della retribuzione detassabile è di 2000 €. Su questi premi al posto dell’aliquota marginale ordinaria (27% o 38%) verrà applicata una TASSAZIONE DEL 10%.

COINVOLGIMENTO E PARTECIPAZIONE DEI LAVORATORI
Il tetto della retribuzione detassata sale a 2.500 € nei casi in cui si attuino forme partecipative e di coinvolgimento dei lavoratori, attraverso strutture permanenti paritetiche di consultazione e monitoraggio, previste da accordi sindacali, sui temi del miglioramento dell’organizzazione del lavoro, dell’efficienza di aree e sistemi produttivi.

PREMI SOTTOFORMA DI WELFARE
Il lavoratore potrà scegliere di percepire il premio, in tutto o in parte, sotto forma di somme, valori o prestazioni di welfare aziendale nei limiti previsti dalla normativa vigente. In questo caso non verrà applicata nessuna tassa. Di conseguenza le spese relative ad opere o servizi sostenute per specifiche finalità di educazione, istruzione, ricreazione, assistenza sociale e sanitaria o
culto sono ora fiscalmente esenti da imposta.

La detassazione verrà applicata ai premi erogati nel 2016, anche per premi riferiti al 2015 

Le aziende che non hanno ancora provveduto a depositare gli accordi dovranno farlo entro 30 giorni dalla pubblicazione del decreto in gazzetta ufficiale unitamente alla dichiarazione di conformità al decreto stesso. Le aziende dovranno altresì compilare un modulo per il monitoraggio della contrattazione che riassume i punti contenuti nell’accordo. Facciamo camminare le idee della Fim nei luoghi di lavoro! Rilanciamo la contrattazione aziendale per costruire la partecipazione attiva dei delegati. La competitività delle imprese passa solo da migliori condizioni lavorative e dal protagonismo dei lavoratori!

#SindacatoFuturo con la #FimCisl più #contrattazione e più #partecipazione

Volantino Detassazione FIM CISL 2016