BENTIVOGLI: AMMAZZATO UN OPERAIO IN SCIOPERO A PIACENZA. DURA CONDANNA DA PARTE DELLA FIM-CISL

image

Comunicato stampa

Dichiarazione del Segretario Generale Fim Cisl Marco Bentivogli

BENTIVOGLI: AMMAZZATO UN OPERAIO IN SCIOPERO A PIACENZA

DURA CONDANNA DA PARTE DELLA FIM-CISL

 

E’ drammatico e intollerabile quanto accaduto la scorsa notte a Piacenza, davanti alla sede dell’azienda Gls, un’azienda di trasporti, dove un operaio Abd Elsalam Ahmed Eldanf che stava partecipando al picchetto indetto dal sindacato Usb per un’azione di lotta sindacale e di sciopero dei lavoratori della SEAM, è stato ammazzato investito da un camion che tentava di forzare il presidio. Ed è gravissimo, che ciò sia avvenuto come apprendiamo dalla stampa con l’incitamento a travolgere e a procedere con il mezzo da parte di qualche responsabile dell’azienda.

Siamo di fronte all’imbarbarimento della convivenza civile se una iniziativa di lotta sindacale viene letteralmente travolta e contrastata in tal modo.

Il sindacato e i lavoratori lottano per difendere i diritti e migliorare le condizioni di lavoro, e questo va nell’interesse di tutta la società. La lotta sindacale deve avere piena cittadinanza nella convivenza comune e deve anzi essere pienamente riconosciuta e valorizzata.

Occorre un salto culturale della nostra società e da parte di tutti i cittadini, perché è intollerabile che accadano simili fatti.

Esprimiamo tutta la nostra rabbia per quanto è avvenuto. Rivolgiamo la nostra vicinanza alla moglie e ai sui cinque figli. Insieme alla solidarietà ai lavoratori e all’organizzazione sindacale Usb, chiediamo con forza che siano perseguiti a norma di legge tutti i responsabili di questo dramma.

Roma, 15 Settembre 2016

Ufficio Stampa Fim Cisl

Scarica PDF comunicato