Whirlpool: raggiunto accordo di armonizzazione degli integrativi aziendali

ingresso_whirlpool

Comunicato sindacale Whirlpool 

Fim, Fiom, Uilm

Questa notte, 18 ottobre 2016, il coordinamento sindacale nazionale, le segreterie nazionali di Fim, Fiom, Uilm e la direzione Whirlpool hanno raggiunto un accordo di armonizzazione degli integrativi aziendali già in essere in Indesit e in Whirlpool in funzione del percorso di integrazione che porterà ad un unico soggetto giuridico entro il 31 dicembre 2016.

L’intesa, in continuità con l’intesa già raggiunta il 6 giugno 2016 sul ruolo del coordinamento nazionale Whirlpool e con l’accordo sottoscritto tra Whirlpool, organizzazioni sindacali e Governo lo scorso 24 luglio 2015 sulla politica industriale del gruppo e sul relativo piano industriale – richiamati e integralmente recepiti dall’odierna intesa del 18 ottobre – prevede:

  • la piena conferma dell’accordo integrativo Whirlpool in vigore con esplicito richiamo a singoli temi quali: relazioni industriali, politica industriale, organizzazione del lavoro e occupazione, WPS – sistema di produzione Whirlpool -, qualità, ambiente e sicurezza;
  • l’armonizzazione di tutti i trattamenti retributivi e l’utilizzo di un unico prospetto comune di cedolino paga che conferma l’attuale struttura Whirlpool. La retribuzione nel nuovo gruppo sarà identificata da voci specifiche quali:
  1. minimo contrattuale;
  2. scatti di anzianità;
  3. premio di produzione;
  4. mensa;
  5. terzo elemento;
  6. Premio feriale (annuale);
  7. superminimi individuali (assorbibili e non assorbibili);
  8. altri importi senza impatto su altri istituti;
  9. voci retributive specifiche di stabilimento.

 

L’armonizzazione dei trattamenti retributivi inoltre prevede che eventuali differenze retributive tra Whirlpool e Indesit relative a premio di produzione, mensa, terzo elemento, premio feriale, a elemento aggiuntivo, Eri, straordinario e riconoscimento forfettario andranno compensate nella voce superminimo non assorbibile. Per le voci non disciplinate dall’intesa continueranno invece a trovare applicazione gli accordi in essere.

Sul premio di risultato l’intesa ha stabilito:

  • la conferma degli indicatori, delle modalità di erogazione e degli importi previsti dall’accordo Whirlpool;
  • la corresponsione di 58 euro per 12 mensilità a tutti gli ex dipendenti Indesit (compresi i lavoratori ex dipendenti di Indesit trasferiti da None e Carinaro a Cassinetta e a Napoli) nella voce “altri importi non assorbibili senza incidenza sugli istituti”;
  • la corresponsione di 33 euro per 12 mensilità a tutti gli ex dipendenti Indesit (compresi i lavoratori ex dipendenti di Indesit trasferiti da None e Carinaro a Cassinetta e a Napoli) nella voce “altri importi assorbibili senza incidenza sugli istituti”; questo importo sarà assorbibile solo a fronte di nuovi importi erogati nella futura contrattazione aziendale;
  • la continuità degli accordi oggi in essere nei singoli siti, ivi compresi quelli relativi alla maturazione del PdR e del premio feriale in costanza di ammortizzatori sociali.

L’intesa infine estende a tutti i dipendenti del nuovo gruppo la possibilità di acquisto diretto presso i mercatini aziendali con trattenuta mensile fino a 18 mensilità e con il limite di anzianità( fino a 1 anno per importi fino a 520 euro con pagamento di 3 rate con valore minimo di 60 euro; tra 1 e 2 anni per importi fino a 1.550 euro con pagamento di 6 rate con valore minimo di 120 euro; tra 2 e 3 anni per importi fino a 2.100 euro con pagamento di 12 rate con valore minimo di 240 euro; oltre 3 anni per importi fino a 3.100 euro con pagamento di 18 rate con valore minimo di 360 euro) e uno sconto del 20% per un prodotto di ogni categoria fino a 9 prodotti anno di prima scelta applicabile anche fino a 9 prodotti anno anche sulla seconda scelta.

L’accordo ha validità a decorrere dal 1 gennaio 2017 e prevede una verifica per monitorarne l’attuazione entro il primo trimestre del 2017.

Il coordinamento nazionale Whirlpool e le segreterie nazionali di Fim, Fiom e Uilm esprimono soddisfazione per il raggiungimento di un’intesa con la quale sono salvaguardate le retribuzioni di tutti i lavoratori.

Nei prossimi giorni saranno convocate in tutti i siti le assemblee per illustrarne i contenuti e per la validazione dell’accordo.

Il prossimo 9 novembre 2016 è convocato al Ministero dello Sviluppo Economico l’incontro di verifica sul piano industriale sottoscritto con Whirlpool il 24 luglio 2015; un confronto importante per tutti i lavoratori del gruppo e nel quale il coordinamento sindacale e Fim, Fiom, Uilm nazionali sono impegnati ad affrontare e discutere con l’azienda e con Governo e Regioni coinvolte la piena realizzazione di quanto sottoscritto in termini di investimenti, volumi e conseguenti livelli occupazionali.

Fim, Fiom, Uilm nazionali

Roma, 18 ottobre 2016

Scarica PDF Comunicato