Fim Cisl Congresso 2017

Ilva: no allarmismo, ma garantire stipendi ai lavoratori dell’indotto e dell’appalto

ilva-taranto-referendum-246176

Comunicato stampa

Dichiarazione congiunta del Coordinatore nazionale siderurgia Fim Cisl, Raffaele Apetino
e del Segretario Gen.le Fim Cisl Taranto Brindisi, Valerio D’Aló

Ilva: no allarmismo, ma garantire stipendi ai lavoratori dell’indotto e dell’appalto

«Non accettiamo alcuna forma di strumentalizzazione, da parte di nessuno, tesa a diffondere malumori tra i lavoratori». Così il segretario generale della Fim Cisl, Valerio D’Alò nel commentare l’allarme lanciato nelle ultime ore da Confindustria Taranto, circa il paventato rischio tredicesima e stipendi per i dipendenti delle aziende dell’indotto Ilva, dettato dal non pagamento da parte dell’Ilva dei lavori effettuati nel siderurgico.
«È positivo, invece, che Ilva su nostre sollecitazioni, a fronte dell’impegno preso questa mattina liquiderà le fatture verso le aziende dell’indotto. Ma – aggiunge Raffaele Apetino, coordinatore nazionale Siderurgia Fim Cisl – è oltretutto necessario e fondamentale che ora vengano garantiti i pagamenti degli stipendi alle lavoratrici e ai lavoratori delle ditte d’appalto e dell’indotto».
Dalle informazioni in nostro possesso e ufficializzate dalla direzione Ilva in questi giorni saranno liquidate tutte le fatture correnti in scadenza. Un allarme, quindi, inopportuno, in un momento particolarmente delicato per il futuro della fabbrica.
Non è la prima volta che Confindustria (ha convocato le organizzazioni sindacali per il prossimo 15 dicembre) assume atteggiamenti dubbi e strumentali, tentando di infilarsi nei rapporti tra sindacato e lavoratori. Come sempre, sarà nostra cura verificare il rispetto delle rassicurazioni ricevute, perché i lavoratori possano trascorrere serenamente le prossime festività natalizie.
Per la Fim Cisl la tenuta del tessuto industriale e occupazionale locale è di vitale importanza; per cui, nei delicati passaggi che l’Ilva affronterà nel prossimo futuro, sarà fondamentale assicurare dignità ad ogni lavoratore.

Taranto, 13 dicembre 2016

Ufficio stampa Fim-Cisl

Scarica PDF Comunicato