Fim Cisl Congresso 2017

#StopRacism – I RICHIEDENTI ASILO NON SONO CLANDESTINI!

ComunicatoSTOPRACISM

 I RICHIEDENTI  ASILO NON SONO  CLANDESTINI!

Lo conferma la sentenza del Tribunale Civile di Milano che condanna i manifesti esposti dalla Lega a Saronno nel 2016.

L’idea, tanto sbagliata quanto propagandata, di esser sottoposti a un flusso migratorio insostenibile, marca la differenza tra un Paese capace di accogliere i profughi e uno che invece li respinge.

Pensiamo sia urgente procedere con una legge coerente sull’asilo a cui devono seguire decreti attuativi e finanziamenti adeguati, con la piena collaborazione dell’Unione Europea, e che sia accelerata la riforma della Legge sulla Cittadinanza, sostenuta da Anolf e Cisl, traguardo di civiltà per migliaia di giovani, figli di migranti, nati e cresciuti in Italia.

Dobbiamo respingere la costruzione di muri di ideologie ed egoismi e ci battiamo per la costruzione di interventi di integrazione vera e profonda delle persone, per assumere in modo serio una tematica che fa già parte della nostra società.

Sui migranti circolano nel nostro Paese tantissime notizie false, spesso frutto di strumentalizzazioni politiche tanto ciniche quanto superficiali che, in ogni caso, contribuiscono a creare una pericolosa disinformazione e un dannoso divario tra realtà e fantasia manipolatrice.

La Fim continuerà a operare per la solidarietà, per la giustizia sociale, per una corretta informazione contro gli slogan populistici, per politiche di integrazione più efficaci e per un programma di intervento che ristabilisca condizioni di vita dignitosa nei Paesi che i migranti sono costretti ad abbandonare. L’Unione Europea deve vivere con un’anima, una progettualità per la piena coesione sociale.

L’accoglienza è un dovere umano e di civiltà

Scarica pdf comunicato