Fim Cisl Congresso 2017

Leonardo: nel piano industriale 2018 NO a “spezzatini”, SI al rafforzamento industriale e a strategie a lungo termine

body_8Y5A9419landingpage

Leonardo

Primo incontro con il nuovo AD:

nel piano industriale 2018 NO a “spezzatini”,

SI al rafforzamento industriale e a strategie a lungo termine

Nel pomeriggio odierno si è tenuto il primo incontro con il nuovo AD di Leonardo il dott. Alessandro Profumo e la Dott.ssa Simonetta Iarlori che ricopre, tra altri, il ruolo di Responsabile delle Relazioni Industriali.

L’AD ha ribadito che all’avvio del prossimo anno sarà presentato alle Organizzazioni Sindacali il Piano Industriale dell’azienda a valle dell’approvazione del CDA.

Dopo aver descritto e motivato le decisioni organizzative assunte, ha dichiarato la disponibilità a innovare il modello di relazioni industriali in senso partecipativo (non consociativo) “sfidando” il sindacato a dimostrarne la capacità ed il conseguente senso di responsabilità.

Dal punto di vista industriale ha ribadito che il suo arrivo in Leonardo non corrisponderà all’avvio di un’operazione di “spezzatino” smentendo quanto apparso in alcune testate giornalistiche.

Rimane confermato che l’obiettivo dell’azienda sarà quello, in continuità con quanto in corso, di rafforzare la capacità di penetrazione dei mercati internazionali e di costruire una strategia di lungo termine sul versante industriale ed occupazionale.

E’ stata ribadita la validità dal punto di vista industriale e organizzativo della scelta relativa alla costituzione della One Company, valorizzando la capacità di attivarne e concluderne il processo in soli due anni e riconosciuti gli importanti passi compiuti nel risanamento finanziario dell’azienda.

L’AD ha confermato la presenza di alcune criticità da affrontare in modo prioritario quali il tema dei carichi di lavoro a Venegono (Divisione Velivoli) e della necessità di migliorare la qualità a Pomigliano che rischiano, quest’ultimo, se non risolto, di non consentire alla Divisione Aerostrutture di cogliere importanti opportunità di mercato presenti.

Su sollecitazione della Fim Cisl, ha confermato l’avvio del confronto relativo ad ATC in tempi brevi al fine di dare corso agli impegni assunti mesi fa dall’azienda, prima di assumere decisioni definitive. Ha inoltre riconosciuto, assieme alla Dott.ssa Iarlori, la necessità di dare completamento ai capitoli dell’accordo aziendale ancora aperti e su sollecitazione della Fim Cisl, di trovare soluzione definitiva alle diverse interpretazioni su temi già conclusi quali le trasferte e le flessibilità oltre che sul corretto utilizzo di HRevolution a partire dall’incontro che si terrà il giorno 17 ottobre prossimo nel quale è convocato un primo incontro per affrontare il tema emergente del Fondo Sanitario Integrativo: l’incontro sarà l’occasione per pianificare le attività che dovremo iniziare ad affrontare.

Come FIM Cisl esprimiamo un giudizio positivo sull’esito dell’incontro e ribadiamo che, nel rispetto dei reciproci ruoli e nell’assoluta consapevolezza che vogliamo rappresentare al meglio gli interessi dei lavoratori di Leonardo, saremo sinceri e schietti nel rapporto con il nuovo management.

Roma, 11 ottobre 2017

FIM CISL NAZIONALE

Scarica PDF Comunicato