Fim Cisl Congresso 2017

ELECTROLUX Coordinamento nazionale, 7 novembre 2017

8362941-k7EG-U4605071317006599H-1417x798@CorriereVeneto-Web-Veneto

Comunicato sindacale

ELECTROLUX

Oggi si è svolto l’incontro di Coordinamento Nazionale Electrolux presso il Ministero dello Sviluppo Economico alla presenza del Viceministro Teresa Bellanova oltre che dei funzionari dello stesso e del Ministero del Lavoro, delle Organizzazioni Sindacali e dell’Azienda.

Nel corso dell’incontro Electrolux ha descritto la situazione del mercato che registra una sostanziale stabilità nei volumi, con crescite nel 2017 quasi nulle nell’Europa occidentale (+0,3%) e più consistenti nell’est (+4,1%). Le aspettative per il prossimo anno registrano una relativa crescita che però si assesta in maniera corrispondente al +1,3% e al +3,3% con un dato per l’Italia pari al +1,6%.

RICERCA E SVILUPPO

L’azienda ha comunicato gli importanti investimenti economici fatti che hanno potato questa posta di 79 mln€ del 2014 ai 92,6mln€ del 2017 e che ha visto incrementare gli organici in Italia di oltre 215 unità con una previsione di ulteriori assunzioni nel 2018 portando l’organico ad oltre 1000 lavoratori.

VOLUMI e ORARIO DI LAVORO

I volumi dei siti produttivi che saranno consuntivati a fine anno vedono una crescita nel sito di Forlì, mentre negli altri plant una lieve riduzione rispetto ai budget. Per l’anno 2018 sono previsti in ulteriore crescita a Forlì, in leggera crescita a Solaro mentre in riduzione rispetto al 2017 sia a Susegana che a Porcia.

Per quanto riguarda l’orario di lavoro previsto, in funzione dei volumi descritti, sono previsti per il prossimo anno le seguenti attività:

  • PORCIA 8 settimane a 8 ore e 44 settimane a 6 ore
  • SUSEGANA 44 settimane a 8 ore e 8 settimane a 6 ore
  • SOLARO 52 settimane a 6 ore
  • FORLI’ 52 settimane a 8 ore

PORCIA

Proseguiranno gli investimenti che per il prossimo anno saranno pari a 13 mln€ di cui 5,1mln€ sul processo e 6mln€ sul prodotto.

Relativamente all’impegno che riguardava la reindustrializzazione di parte del sito, l’azienda ha comunicato che pur a fronte di 16 offerte valutate, nessuna di queste ha assunto la consistenza necessaria per trasformarsi in intesa.

Ha inoltre annunciato che, nelle ultime settimane è emersa un’importante opportunità legata alla ricollocazione, nell’ambito previsto dall’accordo, che potrebbe interessare 80 persone nel corso del prossimo anno.

La società che ha manifestato concreto interesse è RONCADIN, importante azienda di produzione di surgelati del territorio, partecipata con una consistente quota di capitale dalla finanziaria regionale FRIULIA, che ha in corso un piano di sviluppo produttivo ed occupazionale nel territorio stesso. Nella giornata di ieri è stato sottoscritto l’accordo di attivazione del CDS a decorrere dal 1 dicembre prossimo sino al mese di giugno del 2018 prevedendo un costante confronto con le Rsu e le strutture sindacali territoriali per monitorare la situazione.

SUSEGANA

Lo stabilimento di Susegana ha subito nel corso del 2017 la perdita di un cliente importante (50 mila pezzi) che si è ripercossa nei volumi del 2017 così come in quelli del 2018.

Per affrontare questa situazione, l’azienda ha comunicato che sono in corso azioni commerciali per compensare i volumi persi. Oltre ai 12,6mln€ investiti nel corso di quest’anno, proseguiranno gli investimenti anche nel 2018 per un valore paria 11mln€ di cui 7 sul processo e 1,3 sul prodotto.

Electrolux ha comunicato che è quasi arrivata a soluzione la questione legata ai lavoratori/lavoratrici a ridotta capacità lavorativa che ad oggi, seppur a anche a fronte di uscite volontarie, si riconduce a circa 15 persone per le quali si continueranno a verificare tutte le soluzioni possibili.

SOLARO

Il sito di Solaro vedrà anche nel corso del 2018 importanti investimenti di processo e prodotto pari a 7,5mln€. E’ prevista una crescita di volumi nel corso del 2018 che però non riesce a scalfire i problemi del sito. Pur di fronte ad una crescita nel segmento lavastoviglie 60cm e 55 cm, permangono difficoltà con la lavastoviglie Duhram legata la mercato americano che sta progressivamente sottoponendo a forme di protezionismo molte importazioni e che ha visto diminuire di circa 190 mila pezzi prodotti i volumi dal 2014 al 2017.

Per il sito di Solaro abbiamo sottoscritto un accordo a sostegno della richiesta avanzata da Electrolux al Ministero del Lavoro per la concessione della proroga degli ammortizzatori sociali sino a dicembre 2018.

FORLI’

E’ prevista continuità negli investimenti che per il prossimo anno saranno pari a 14,6mln€ di cui 5,7% sul prodotto. Il prossimo anno è prevista un’ulteriore crescita dei volumi che potrebbe attestare il sito ad oltre 1,7 mln di pezzi prodotti tornando, dopo 10 anni, a raggiungere e superare i volumi prodotti prima della crisi nel 2007.

Come Fim Cisl riteniamo importante che l’azienda prosegua nell’azione di sviluppo di prodotto e potenziamento commerciale per contrastare la crescente pressione dei produttori dell’area del Sud-Est asiatico, sviluppare prodotti innovativi, incrementare le vendite e di conseguenza i volumi produttivi: questa resta la strada maestra da perseguire per la messa in sicurezza di tutti i siti e per la continuità occupazionale.

Riteniamo centrale l’attenzione che deve essere posta al sito di SOLARO: vanno identificate tutte le strade per garantire una soluzione occupazionale alle lavoratrici ed ai lavoratori lombardi a partire dal consolidamento industriale dello stabilimento. A questo riguardo lo stesso MISE ha comunicato che intende convocare un incontro dedicato, prima del prossimo incontro nazionale di coordinamento, facendosi parte attiva, assieme alla Regione Lombardia, nell’identificazione dei percorsi utili ad evitare ulteriori drammi occupazionali.

Riteniamo importante che, a fronte dell’opportunità occupazionale comunicata per il sito di PORCIA, si conduca il confronto sul processo di ricollocazione con la società Roncadin, nel rispetto delle disponibilità dei lavoratori e favorendo le migliori condizioni per una soluzione positiva.

Sebbene i carichi di lavoro a SUSEGANA siano vicini alla normalizzazione produttiva che consentirà di tornare strutturalmente alle 8 ore di lavoro, va immediatamente recuperata la perdita dell’importante cliente europeo che ha prodotto ripercussioni nelle produzioni dello stabilimento.

Serve infine consolidare la crescita del sito di FORLI’ per garantire continuità in questo mercato che sempre più vede competizione su qualità e prezzo.

Riteniamo importante l’interesse costante manifestato dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero del Lavoro che hanno seguito con attenzione lo sviluppo del piano industriale dell’azienda e a tale proposito hanno chiesto di calendarizzare un nuovo incontro nazionale agli inizi del mese di febbraio.

Roma, 7 novembre 2017

FIM CISL NAZIONALE

COORDINAMENTO FIM CISL ELECTROLUX

Scarica Pdf comunicato