Fim X Skills 4.0

IIA, Uliano: finalmente si paga, ma non è finita, necessario completare assetto societario

industria-italia-autobus-2

Comunicato Stampa 

Dichiarazione del  Segretario Nazionale Fim Cisl Ferdinando Uliano 

IIA:Finalmente si paga, ma non è finita necessario completare assetto societario

 

Dopo le mobilitazioni messe in campo dai lavoratori e dai sindacati che hanno determinato un’azione diretta fatta dal Ministero dello Sviluppo Economico ed Invitalia per sbloccare il pagamento di alcuni crediti, finalmente l’azienda ha comunicato di procedere, una volta incassati, al pagamento degli stipendi arretrati degli oltre 450 lavoratori di Bologna e Flumeri.

Ma non è tutto risolto,  se non si accelera il processo di riassetto societario in tempi brevi non si riuscirà a mettere in sicurezza il futuro industriale di questa importante azienda, l’unica produttrice di autobus rimasta nel nostro Paese. Se non si procede al più presto al riassetto rischiamo che questa situazione per assurdo possa ripresentarsi con maggior gravità.

Come organizzazioni sindacali abbiamo già sollecitato a livello ministeriale la convocazione per fare il punto su interessamento di BusItalia del gruppo Ferrovie dello Stato, sul futuro ruolo di Leonardo nel nuovo assetto societario che dovrebbe delinearsi in tempi brevi.

Abbiamo la necessità di far ripartire i due stabilimenti, di far rientrare le produzioni dalla Turchia e di discutere anche degli ammortizzatori sociali, in scadenza a fine anno, per accompagnare il processo di reindustrializzazione.

Roma, 24 settembre 2018

Ufficio Stampa nazionale Fim Cisl

Scarica PDF Comunicato