Fai gli auguri i buon Natale

AST: basta perdere tempo, serve un atto di responsabilità verso i lavoratori e il territorio

thyssenkrupp-Tk-Ast-acciaieria-Terni

Comunicato Stampa

Dichiarazione del Segretario Fim Cisl Terni Simone Liti e del coordinatore nazionale Fim Cisl Gruppo ThyssenKrupp Raffaele Apetino

AST:  basta perdere tempo, serve un atto di responsabilità

verso i lavoratori e il territorio

 

Si svolto nel pomeriggio di ieri a Roma, l’incontro con Acciai Speciali Terni (AST) con la presenza dell’ad Massimo Burelli con le organizzazioni sindacali nazionali e territoriali.

L’incontro doveva servire per  presentare il  piano industriale per il sito ternano anche a fronte di una nuova strategia industriale del gruppo ThyssenKrupp  e che vede Terni centrale dentro il gruppo.

Ci Siamo invece trovati di fronte all’illustrazione da parte dell’ ad Burelli di una serie di linee guida generiche rispetto al sito, senza un preciso piano industriale, ma con l’annuncio di un calo dei volumi produttivi, degli investimenti e dell’occupazione.

Riteniamo che a fronte di una ritrovata strategicità all’interno della Thyssenkrupp, Acciai speciali Terni,  debba essere chiara rispetto alle intenzioni di sviluppo di AST e con presentarsi con un progetto che dia seguito ad investimenti sugli impianti e sul personale in modo da poter reggere la sfida globale in un settore sempre più competitivo.

Durante l’incontro abbiamo ribadito all’ad come è necessario avere per il sito di Terni subito un piano industriale chiaro su consolidamento, investimenti e occupazione. Anche il Governo deve fare la sua parte, serve un sostegno nel versante energetico fondamentale per mantenere concorrenziale il sito ternano.

Atteggiamento avuto ieri dall’azienda e la mancanza di chiarezza non fanno altro che alimentare un clima di incertezza per i lavoratori e il futuro del sito che si aspettano risposte certe e soprattutto chiarezza rispetto all’occupazione.

Pertanto come Fim Cisl chiediamo all’attuale management di Acciai Speciali Terni un atto di responsabilità nei confronti dei lavoratori – ma anche della città – che nel 2014 hanno accettato la scommessa dopo la grande vertenza e verso un territorio con una la crisi ancora in corso.

Riteniamo indispensabile che nell’incontro del 30 novembre prossimo sul piano industriale nella fase di negoziato si facciano  significativi passi in avanti nella definizione dei contenuti e  che possa collocare Acciai Speciali Terni in un percorso di consolidamento e sviluppo visto anche gli utili prodotti in questi anni.

Come riteniamo assolutamente importante avere  risposte concrete nell’avvio della discussione sulla piattaforma integrativa.

Roma, 16 novembre 2018

Ufficio Stampa Fim Cisl

Scarica PDF Comunicato