Home / Mondo sindacale / Acciai Speciali Terni, trattativa ad oltranza

Acciai Speciali Terni, trattativa ad oltranza

19 Novembre 2014

ACCIAI SPECIALI TERNI

AST: TRATTATIVA AD OLTRANZA E ASSEMBLEE

 

Ast: Pasotti (Fim), trattativa a oltranza e domani assemblee

I sindacati si preparano a portare avanti una trattativa a oltranza con la Ast di Terni e illustrare poi gli esiti domani ai lavoratori riuniti in assemblea. Lo ha spiegato Sandro Pasotti, operatore nazionale Fim, prima di entrare al ministero dello Sviluppo economico per il tavolo tra governo, azienda e sindacati.
“Dobbiamo verificare – ha affermato – se la Ast e’disponibile a muoversi dalle sue posizioni. Ricominceremo dal piano industriale. Chiediamo di modificare la verifica a due anni. Per noi la condizione e’ che il secondo forno sia in funzione garantendo un milione di tonnellate di fuso”. “Non chiediamo di produrre un milione di tonnellate oggi ma di avere una adeguata capacita’ produttiva che permetta all’azienda di crescere – ha concluso il sindacalista – perche’ con il solo taglio dei costi l’azienda non ha futuro”.

I rappresentanti dei sindacati, tra cui i segretari generali Fiom e Fim, Maurizio Landini e Marco Bentivogli, sono ora in riunione con il ministro dello sviluppo economico Federica Guidi “per verificare le condizioni per un’
eventuale fase conclusiva” della trattativa su Ast. Lo riferiscono fonti sindacali presenti al tavolo al ministero.

Il lavoro è un momento di grandi relazioni e contatto con tante persone.
Prestiamo tutti, anche noi sindacalisti, attenzione ad alcuni accorgimenti.
La crisi del 2008 ci ha fatto perdere il 25% del tessuto industriale senza successivi, rilevanti, effetti compensativi; questa emergenza sanitaria determinerà una ulteriore contrazione di capacità produttiva e perdite di 650 miliardi di euro secondo le stime del Cerved.
Scarica Piano

Agenda

Speciale 15^ Assemblea Organizzativa Nazionale FIM CISL

Speciale Assemblea Nazionale

INFORMATIVA COMPLETA ISCRITTI
Iscriviti a channel Telegram FIM Cisl⁠⁠