Home / Mondo sindacale / Sull’Ilva “no all’ennesima bad company”

Sull’Ilva “no all’ennesima bad company”

2 Dicembre 2014

Ilva, Bentivogli (Fim-Cisl): no ad ennesima bad company Serve a far pagare contribuenti e a deresponsabilizzare

Sull’Ilva “no all’ennesima bad company che serve a far pagare i contribuenti e a deresponsabilizzare il capitalismo italiano”. Lo ha detto Marco Bentivogli segretario generale della Fim-Cisl sulle pagine del Fatto Quotidiano interviene sulla proposta lanciata dal premier Renzi di nazionalizzazione. Il rischio concreto per il leader della Fim “è quello di immettere nella società commissariata tutti i debiti per poi trasferire le attività pulite a una nuova società con il sostegno delle Cassa depositi e prestiti”.

Il lavoro Post Pandemia
Il lavoro è un momento di grandi relazioni e contatto con tante persone.
Prestiamo tutti, anche noi sindacalisti, attenzione ad alcuni accorgimenti.
La crisi del 2008 ci ha fatto perdere il 25% del tessuto industriale senza successivi, rilevanti, effetti compensativi; questa emergenza sanitaria determinerà una ulteriore contrazione di capacità produttiva e perdite di 650 miliardi di euro secondo le stime del Cerved.
Scarica Piano

Agenda

Speciale 15^ Assemblea Organizzativa Nazionale FIM CISL

Speciale Assemblea Nazionale

INFORMATIVA COMPLETA ISCRITTI
Iscriviti a channel Telegram FIM Cisl⁠⁠