Home / Ufficio Stampa / WHIRLPOOL, BENTIVOGLI: “Nuovo piano senza esuberi e polo europeo ricambi e accessori a Carinaro”

WHIRLPOOL, BENTIVOGLI: “Nuovo piano senza esuberi e polo europeo ricambi e accessori a Carinaro”

23 Giugno 2015

COMUNICATO STAMPA

 Dichiarazione del Segreterio Generale Fim Cisl Marco Bentivoli

 WHIRLPOOL, BENTIVOGLI: “Nuovo piano senza esuberi e polo europeo ricambi e accessori a Carinaro”

 Il Segretario Generale FIM CISL MARCO BENTIVOGLI ha commentato così il nuovo piano industriale presentato dalla multinazionale americana, oggi al Minisetero dello Sviluppo Economico:

“nel corso dell’incontro di oggi è stato presentato il nuovo piano industriale. Il piano contiene 513mln€ + 30mln€ già avviati, rientro di 650.000 pezzi da Turchia, Cina e Polonia, la conferma dell’Italia come centro di eccellenza dell’area Emea dove saranno concentrati il 75% degli investimenti di ricerca e sviluppo pari a 90mln€/anno.

Il nuovo piano non genera esuberi strutturali e prevede missioni industriali per tutti i siti, aumentando la saturazione media dei siti dal 55% al 70% e 6,25 mln pezzi annui.

A Carinaro sarà concentrata tutta l’attività dell’area Emea di componentistica relativa a accessori e ricambi per i mercati UE, Africa e Medio Oriente.

Tale missione occuperà tutti i 40.000mq dello stabilimento e in partenza 320 lavoratori su 18 turni (3 turni di 6 ore a 5 squadre dal lunedì al sabato) con forti possibilità di crescita. Tale concentrazione non genererà esuberi negli altri siti.

Per Teverola si investiranno 2 mln€ per attività di scouting già avviate di nuove attività di reindustrializazione. La Fim Cisl ha chiesto di incrementare gli incentivi proposti nel precedente incontro e di maggiori garanzie sulla cessione di None e il trasferimento di Albacina a Melano”.

Roma 23 giugno 2015

Ufficio Stampa Fim Cisl

Scarica Comunicato

Il lavoro è un momento di grandi relazioni e contatto con tante persone.
Prestiamo tutti, anche noi sindacalisti, attenzione ad alcuni accorgimenti.
La crisi del 2008 ci ha fatto perdere il 25% del tessuto industriale senza successivi, rilevanti, effetti compensativi; questa emergenza sanitaria determinerà una ulteriore contrazione di capacità produttiva e perdite di 650 miliardi di euro secondo le stime del Cerved.
Scarica Piano

Agenda

Speciale 15^ Assemblea Organizzativa Nazionale FIM CISL

Speciale Assemblea Nazionale

INFORMATIVA COMPLETA ISCRITTI
Iscriviti a channel Telegram FIM Cisl⁠⁠