Home / Ufficio Stampa / Micron, Alberta: anche i 12 lavoratori in Cigs rientrano a lavoro

Micron, Alberta: anche i 12 lavoratori in Cigs rientrano a lavoro

21 Luglio 2015

Comunicato Stampa
Dichiarazione del coordinatore nazionale Fim Cisl per la Microelettronica Nicola Alberta
MICRON. I 12 LAVORATORI RIMASTI IN CIGS RIENTRANO AL LAVORO.
ORA SERVE UNA POLITICA INDUSTRIALE FORTE SULL’INTERO SETTORE

Oltre una anno fa Micron annunciava 419 esuberi, ad aprile 2014 è stato raggiunto un accordo dopo un duro confronto, mobilitazioni estese dei lavoratori e l’intervento deciso del Governo e del Ministero dello Sviluppo Economico.

L’accordo ha permesso di dare sostegno alle uscite volontarie (circa 100) e di trovare risposte occupazionali per oltre 300 lavoratori tra riassorbimenti in Micron e assunzioni in STM. Con l’incontro svolto oggi, alla viglia della scadenza della procedura di mobilità Micron, al Ministero del Lavoro, si è conclusa positivamente una vertenza che durava da un anno e trovata finalmente una soluzione anche per i 12 lavoratori Micron ancora in Cigs che rischiavano il licenziamento e che, da oggi, rientrano subito a lavoro.

Questo – sottolinea Nicola Alberta – è stato possibile grazie alla mobilitazione dei lavori e all’impegno di tutti, a partire dal Ministro Guidi e dei Ministeri dello Sviluppo Economico e del Lavoro, abbiamo assicurato la tutela dell’occupazione, per Micron e per l’intero settore della Microelettronica – ora – è necessario guardare al futuro con politiche industriali che ne valorizzino le preziose professionalità e competenze rilanciando questo importante comparto industriale del nostro Paese verso il mercato globale.

Roma, 20 luglio 2015
Ufficio Stampa Fim Cisl

Scarica comunicato

Agenda

Internazionale

INFORMATIVA COMPLETA ISCRITTI

Gli ultimi podcast

Guarda tutti i podcast
Iscriviti a channel Telegram FIM Cisl⁠⁠