Home / Settori ed Aziende / FINCANTIERI: un SI per lavoro e sviluppo

FINCANTIERI: un SI per lavoro e sviluppo

25 Luglio 2016

FINCANTIERI: un SI per lavoro e sviluppo

 

Dopo l’approvazione a stragrande maggioranza da parte delle RSU, nei prossimi giorni i lavoratori Fincantieri saranno chiamati ad esprimersi sull’ipotesi di accordo sottoscritto il 24 giungo scorso.

Un’intesa importante perché:

  • avviene dopo 16 mesi di confronto difficile e contraddistinto da momenti di forte tensione tra azienda e organizzazioni sindacali;
  • è stato firmato e sostenuto UNITARIAMENTE da FIM, FIOM, UILM
  • ripristina la contrattazione aziendale nel secondo più importate gruppo industriale italiano;
  • garantisce le MISSIONI INDUSTRIALI, importanti CARICHI DI LAVORO sino ad oltre il 2021 e INVESTIMENTI in ogni sito del gruppo;
  • eroga SALARIO con il Premio di Risultato ed il POG (raggiungibili);
  • consegna alle RSU importanti strumenti di Controllo e gestione degli Obiettivi del Premio;
  • garantisce SALARIO nuovo e FISSO attraverso il Premio Sociale erogato in Welfare aumentandone il valore realmente spendibile in quanto netto;
  • prevede avanzamenti sulla PARTECIPAZIONE con un nuovo sistema di RELAZIONI INDUSTRIALI;
  • sancisce il diritto alla FORMAZIONE INDIVIDUALE;
  • migliora il sistema di SANITA’ INTEGRATIVA incrementando il contributo aziendale;
  • interviene a TUTELA DEI LAVORATORI DEGLI APPALTI garantendo strumenti di controllo alle RSU.

Come FIM e UILM riteniamo positiva l’intesa ma servirà comunque tenere alta l’attenzione per dare seguito agli importanti e impegnativi contenuti dell’accordo e per una sua gestione attenta soprattutto nelle parti relative alle garanzie dei carichi di lavoro e la piena occupazione a partire dai siti di Castellammare e Palermo che hanno pagato e stanno pagando più degli altri l’uscita dalla crisi.

Coloro che in modo pretestuoso e demagogico spiegano ai lavoratori i motivi del loro dissenso dovrebbero anche dire chiaramente che la mancata approvazione significa la perdita di tutto quanto previsto in questo accordo. Soprattutto dovrebbero dire cosa chiedono loro e come pensano di portarlo a casa.

Siamo stanchi delle falsità dei soliti correttori di bozze, capaci solo a criticare il lavoro altrui senza costruire mai nulla imbrogliando i lavoratori evocando paure o raccontando bugie talmente grandi da essere ridicole!

FIM E UILM SI SONO SEMPRE ASSUNTI LE LORO RESPONSABILITA’ E CONTRIBUITO A CREARE TUTTI GLI ACCORDI CHE HANNO DIFESO I CANTIERI ED I LAVORATORI A PARTIRE DA QUELLI CHE NEL 2011 HANNO SALVATO LA CANTIERISTICA ITALIANA.

LE CHIACCHIERE NON GARANTISCONO NULLA: QUESTO ACCORDO SI!

PER QUESTO FIM E UILM CHIEDONO AI LAVORATORI DI VOTARE SI ALL’INTESA.

 

FIM UILM NAZIONALI

                                                                                                                            

DELEGATI FIM UILM FINCANTIERI

Roma, 25 luglio 2016

Scarica PDF appello

Agenda

Internazionale

INFORMATIVA COMPLETA ISCRITTI

Gli ultimi podcast

Guarda tutti i podcast
Iscriviti a channel Telegram FIM Cisl⁠⁠