Home / Contratto Nazionale / UnionMeccanica, Alberta: accelerale per chiudere positivamente il contratto PMI

UnionMeccanica, Alberta: accelerale per chiudere positivamente il contratto PMI

6 Marzo 2017

Comunicato stampa

Dichiarazione del segretario nazionale Fim-Cisl Nicola Alberta

 UnioneMeccanica: Alberta, bene le iniziative su studio e formazione,

ora accelerare per chiudere positivamente il contratto

Accelerare il rinnovo del contratto dei metalmeccanici della piccola e media industria Unionmeccanica-Confapi: un’occasione preziosa per sviluppare il welfare e dare risposte ai lavoratori.

E’ sicuramente importante che vengano valorizzate, come ha fatto il Presidente di Confapi nei giorni scorsi, le iniziative di sostegno ai percorsi di studio dei lavoratori e dei loro figli, frutto degli accordi contrattuali e degli strumenti di bilateralità definiti tra imprese e organizzazioni sindacali.

Diverse e analoghe iniziative nel settore metalmeccanico della piccola e media industria, vedono il pieno coinvolgimento e la partecipazione di tutte le organizzazioni sindacali, tra cui la FIM-CISL che ne è da anni protagonista, proprio per l’importanza attribuita alla formazione e all’istruzione, e in generale al welfare quale frontiera innovativa per offrire risposte sempre più avanzate alle esigenze dei lavoratori.

E’ auspicabile quindi, che il rinnovo contrattuale in discussione tra Unionmeccanica e Fim, Fiom e Uilm, veda presto una conclusione positiva e sappia sviluppare l’insieme di tali ambiti di intervento normativi, dalla sanità integrativa per dare sostegno alla tutela della salute, alla previdenza complementare con lo sguardo rivolto ai giovani, al welfare contrattuale per cogliere i nuovi bisogni sociali dei lavoratori e delle loro famiglie.

Roma, 6 marzo 2017

Ufficio Stampa Fim Cisl

Scarica PDF comunicato

 

Il lavoro Post Pandemia
Il lavoro è un momento di grandi relazioni e contatto con tante persone.
Prestiamo tutti, anche noi sindacalisti, attenzione ad alcuni accorgimenti.
La crisi del 2008 ci ha fatto perdere il 25% del tessuto industriale senza successivi, rilevanti, effetti compensativi; questa emergenza sanitaria determinerà una ulteriore contrazione di capacità produttiva e perdite di 650 miliardi di euro secondo le stime del Cerved.
Scarica Piano

Agenda

Speciale 15^ Assemblea Organizzativa Nazionale FIM CISL

Speciale Assemblea Nazionale

INFORMATIVA COMPLETA ISCRITTI
Iscriviti a channel Telegram FIM Cisl⁠⁠