Giornata Internazionale contro le Mutilazioni Genitali Femminili 2020
Home / Settori ed Aziende / Alstom: accordo che guarda al futuro, più formazione, welfare, sicurezza e salario

Alstom: accordo che guarda al futuro, più formazione, welfare, sicurezza e salario

19 Marzo 2018

Comunicato Stampa

Dichiarazione del Segretario generale Fim Cisl Marco Bentivogli

Alstom: accordo che guarda al futuro, più formazione, welfare, sicurezza e salario

per i lavoratori del gruppo.

 

Dopo 9 mesi di trattative, concluso l’accordo Alstom Italia, la multinazionale del settore ferroviario con rilevante presenza in Italia. Formazione, welfare, cultura della sicurezza e incrementi salariali: questi i principali contenuti. Il Coordinamento Alstom e Fim, Fiom, Uilm hanno raggiunto un’ipotesi di  accordo di secondo livello che riguarda circa  3000 lavoratori in Italia, nei siti di Sesto San Giovanni, Bologna, Savigliano, Lecco, Firenze, Roma e Bari.

I principali contenuto dell’intesa:

Formazione: rafforzato impegno sul diritto alla formazione, con un forte ruolo propositivo delle rsu sui temi di industria 4.0 utili a migliorare le competenze dei laboratori e la competitività aziendale.  Una commissione nazionale e le commissioni di sito verificheranno il coinvolgimento di tutti i lavoratori nel processo formativo, in particolare analizzando i mestieri  critici e prevenendo il ricambio in azienda di tali professioni con il ricorso al bacino di lavoratori atipici già occupati

Welfare: riformati per gli stabilimenti di Sesto e Savigliano i trattamenti di welfare, prevedendo l’erogazione di 40 e 100 euro annui per chi ha carichi familiari.Inoltre, per tutti i siti, è prevista l’erogazione di 50€ annui per la durata di vigenza dell’accordo.

Sicurezza: al fine di accrescere la cultura della sicurezza in azienda, viene introdotta un’ora all’anno di workshop, rivolta a tutti i dipendenti. Il workshop sarà promosso congiuntamente da RLS e RSPP.

Incrementi salariali: l’intesa ha avviato un percorso di avvicinamento degli importi di premio di risultato, che erano significativamente diversi tra i siti, operando una scelta di solidarietà tra lavoratori a fa ore di quelli con importi minori di premio. Gli incrementi, nel triennio, varieranno tra i 150 e i 300 euro a regime. E’ stata anche introdotta l’indennità di funzione pari a 165€ mensili per i lavoratori inquadrati al settimo livello.

La Fim esprime soddisfazione per l’esito del confronto; l’accordo rappresenta un importante riferimento per il futuro di Alstom in Italia, alla luce del processo di fusione con Siemens che impegnerà il lavoro del Coordinamento delle RSU, del CAE e di Fim,Fiom,Uilm nazionali, con l’obiettivo di tutelare i lavoratori e consolidare in Italia la presenza di un forte soggetto del ferroviario a matrice europea e di elevato profilo internazionale.

Roma, 16 marzo 2018

Ufficio Stampa Fim Cisl

Scarica PDF Comunicato

La testimonianza di Giovanni Avonto del 2008
Ci ha lasciati un gigante della Storia della Fim Giovanni Avonto. Un uomo mite e caparbio, preparatissimo e coraggioso. Ci mancherai tantissimo. Ciao Giovanni.
Qui la testimonianza di Giovanni Avonto del 2008

Agenda

Speciale 15^ Assemblea Organizzativa Nazionale FIM CISL

Speciale Assemblea Nazionale

INFORMATIVA COMPLETA ISCRITTI
Iscriviti a channel Telegram FIM Cisl⁠⁠