Home / Settori ed Aziende / Honeywell: presentate due proposte d’industrializzazione, si dia priorità all’aspetto occupazionale.

Honeywell: presentate due proposte d’industrializzazione, si dia priorità all’aspetto occupazionale.

30 Luglio 2018

Comunicato Stampa 

Dichiarazione del Segretario nazionale Fim Cisl Ferdinando Uliano 

Honeywell: presentate due proposte d’industrializzazione,

si dia priorità all’aspetto occupazionale.

 

In data odierna si è svolto l’incontro presso il Ministero dello Sviluppo Economico per la verifica del processo di reindustrializzazione per il sito Honeywell di Atessa.

Il sito di Atessa ha visto la chiusura nel mese di giugno 2018 dello stabilimento e l’interruzione della produzione con il licenziamento di 337 lavoratori.

La direzione ha illustrato i piani di reindustrializzazione che sono stati presentati entro il 30 giugno 2018.

 

Sono due, uno nell’ambito del settore automobilistico e l’altro nel settore movimento terra/agricolo, i piani industriali presentati che sono stati analizzati nell’incontro, considerando in particolare gli aspetti di impatto occupazionale richiesti dall’accordo sindacale.

Nel primo piano l’impatto occupazionale nel quinquennio si attesta intorno ai 109 dipendenti. Il secondo piano prevede nei due anni 110 dipendenti, da cui decurtare 16 lavoratori già assunti.

La valutazione del piano industriale verrà effettuata su aspetti che riguardano la solidità aziendale, la sostenibilità piano industriale e l’assorbimento occupazionale. La valutazione per l’assegnazione verrà effettuata entro il 30 settembre 2018.

 

È certamente positivo il fatto che in un così breve periodo si siano manifestate due proposte industriali che da una prima analisi, risultano essere concrete e solide.

Per noi fatto salvo la solidità aziendale, è indispensabile dare priorità alla soluzione più rispondente alle esigenze occupazionali di dare risposta agli oltre 334 lavoratori licenziati.

Abbiamo chiesto di verificare la compatibilità di poter avere tutte e due le presenze industriali, in modo da ottimizzare la risposta occupazionale.

Entro il 13 settembre prossimo si farà una prima verifica dello stato di avanzamento del programma di reindustrializzazione, con l’obiettivo di procedere all’assegnazione entro fine di settembre.

 Roma, 30 luglio 2018

Ufficio Stampa Fim Cisl

Scarica PDF Comunicato

 

 

 

 

Il lavoro è un momento di grandi relazioni e contatto con tante persone.
Prestiamo tutti, anche noi sindacalisti, attenzione ad alcuni accorgimenti.
La crisi del 2008 ci ha fatto perdere il 25% del tessuto industriale senza successivi, rilevanti, effetti compensativi; questa emergenza sanitaria determinerà una ulteriore contrazione di capacità produttiva e perdite di 650 miliardi di euro secondo le stime del Cerved.
Scarica Piano

Agenda

Speciale 15^ Assemblea Organizzativa Nazionale FIM CISL

Speciale Assemblea Nazionale

INFORMATIVA COMPLETA ISCRITTI
Iscriviti a channel Telegram FIM Cisl⁠⁠