Home / Attività Sindacale / Comunicati Sindacali / INCONTRO CON L’AD DI LEONARDO

INCONTRO CON L’AD DI LEONARDO

14 Febbraio 2020

Comunicato sindacale
INCONTRO CON L’AD DI LEONARDO
Si è tenuto nella serata di ieri 13 febbraio, presso la sede di Piazza Montegrappa, la riunione fra le segreterie Nazionali di Fim, Fiom e Uilm e la Direzione aziendale di Leonardo con la presenza dell’A.D. Alessandro Profumo.
L’AD ha ripercorso il lavoro svolto dal management dal suo insediamento ad oggi con importanti risultati commerciali, economici/finanziari, industriali ed occupazionali. Le annunciate previsioni di chiusura di bilancio dell’anno 2019 confermano il trend degli anni precedenti. Risultati che acquistano un valore superiore se contestualizzati in una fase di
difficoltà del settore della Difesa.
Una crescita occupazionale pari a 4830 unità raggiunta nel triennio 2017-2019 anche con l’acquisizione di Vitrociset e la retrocessione del ramo d’azienda ex Alenia (Atitech).
Le segreterie nazionali Fim, Fiom, Uilm hanno richiesto di ricevere dall’AD una informativa complessiva sull’andamento aziendale e sulle prospettive industriali ed occupazionali, alle recenti acquisizioni, joint venture, alleanze industriali ed alle scelte strategiche del Gruppo.
Fim, Fiom, Uilm Nazionali hanno espresso apprezzamento nella qualità delle relazioni industriali che ha consentito di raggiungere un importante stato d’avanzamento del rinnovo del contratto di 2° livello con la pre definizione di rilevanti riconoscimenti economici e normativi.
L’AD ha dichiarato di voler proseguire nella direzione della crescita industriale perseguendo la leadership nell’elettronica della Difesa, nel mercato degli elicotteri, supportando l’indipendenza digitale del Paese, nel Training e nella simulazione.
In merito alle partnerhip, Leonardo proseguirà nel preservare le capacità tecnologiche nei diversi contesti analizzando le posizioni di forza negli stessi.
In attesa di una politica della Difesa comune europea ed una industria comune della Difesa, Leonardo continuerà a lavorare per essere pronta per tale appuntamento.
La scelta di aderire al programma Tempest, a differenza di quello di FCAS, ci consente di essere partecipi della progettazione del velivolo e sviluppare ulteriormente la nostra capacità in R&D.
Leonardo, con Leonardo Labs, avanzerà nell’innovazione tecnologica per lo sviluppo delle capacità di calcolo, dell’intelligenza artificiale, sistemi autonomi.
Si proseguirà con l’estensione di Leonardo Production System per migliorare i processi produttivi e per conseguire ulteriori risparmi e riduzione di perdite economiche presenti in alcune attività.
L’acquisizione di Kopter accrescerà le nostre capacità di ingegneria ed implementazione della gamma di prodotti della Divisione Elicotteri.
Sulla Space Alliance, le segreterie nazionali hanno sollecitato l’AD di Leonardo a verificare le condizioni di equilibrio in rapporto con Thales.
Stessa sollecitazione è stata avanzata per quanto concerne Sistemi Navali in merito alla collaborazione con Fincantieri per assicurare maggiori prospettive.
Per le Aerostrutture, Leonardo procederà con ulteriori internalizzazioni di attività per compensare le ulteriori riduzioni di produzione del programma 787 annunciate da Boeing.
Infine, A. Profumo ha assicurato ulteriori investimenti su ATR per lo sviluppo delle nuove versioni e il miglioramento dei processi produttivi e maggiore attenzione alle forniture per assicurare continuità alla produzione.
Le segreterie Nazionali hanno espresso apprezzamento sulla gestione e sui risultati
aziendali invitando il management, proseguire sulla crescita complessiva del gruppo e sulla valorizzazione di tutte le lavoratrici ed i lavoratori che hanno consentito lo sviluppo dell’azienda.
Le organizzazioni sindacali hanno auspicato di poter ulteriormente migliorare la qualità delle Relazioni sindacali in Leonardo per rendere quello del gruppo aerospaziale un modello di riferimento nel panorama industriale italiano.

Roma, 14 febbraio 2020

FIM, FIOM, UILM NAZIONALI

Il lavoro Post Pandemia
Il lavoro è un momento di grandi relazioni e contatto con tante persone.
Prestiamo tutti, anche noi sindacalisti, attenzione ad alcuni accorgimenti.
La crisi del 2008 ci ha fatto perdere il 25% del tessuto industriale senza successivi, rilevanti, effetti compensativi; questa emergenza sanitaria determinerà una ulteriore contrazione di capacità produttiva e perdite di 650 miliardi di euro secondo le stime del Cerved.
Scarica Piano

Agenda

Speciale 15^ Assemblea Organizzativa Nazionale FIM CISL

Speciale Assemblea Nazionale

INFORMATIVA COMPLETA ISCRITTI
Iscriviti a channel Telegram FIM Cisl⁠⁠