Home / Ufficio Stampa / Whirlpool: L’azienda ci ripensi. Trovare con Governo soluzioni che garantiscano occupazione

Whirlpool: L’azienda ci ripensi. Trovare con Governo soluzioni che garantiscano occupazione

30 Ottobre 2020

Comunicato Stampa

Roma, 30 Ottobre 2020

Dichiarazione della Segretaria Generale Cisl Annamaria Furlan e del Segretario Generale Fim Cisl Roberto Benaglia

Whirlpool: L’azienda ci ripensi. Trovare con Governo soluzioni che garantiscano occupazione

Si è appena concluso via web l’incontro tra Governo e sindacati per la vertenza Whirlpool del sito di Napoli. Presenti il Presidente Giuseppe Conte, i Ministri Patuanelli, Catalfo e Provenzano e le principali sigle sindacali.

Il Governo ha confermato che il tavolo resterà aperto e che si impegnerà al massimo per una positiva risoluzione della vertenza.

L’accordo del 25 ottobre del 2018 firmato da parti sociali e governo prevedeva sul sito di Napoli investimenti per il triennio 2019-2021 di circa 17 milioni di euro tra prodotto, processo, ricerca e sviluppo, confermando l’intenzione di Whirlpool di mantenere una presenza di alta qualità a Napoli.

L’accordo non è stato rispettato e la scelta dell’azienda resta, ancora oggi, ingiustificata. Questa vicenda mette in discussione l’affidabilità degli accordi che si firmano in sede ministeriale che vanno pertanto seguiti e verificati.

Il governo e il presidente Conte devono intervenire in tempi brevi per dare un futuro occupazionale ai 350 dipendenti di Napoli e per rassicurare tutti i circa 5.000 dipendenti Whirlpool Italia.

In questo momento i lavoratori hanno bisogno di sicurezza. Aver firmato due accordi al Ministero dello Sviluppo Economico che prevedevano 750 milioni in investimenti e occupazione a 5.000 lavoratori dovrebbe rappresentare di per sé una sicurezza.

L’azienda spieghi le motivazioni per cui non vuole investire nel sito di Napoli. Nell’ultimo trimestre del 2020 il comparto dell’elettrodomestico ha avuto, infatti, risultati eccezionalmente positivi. Tutti stanno recuperando, anche i concorrenti quindi ci sono i margini per fare ricerca e sviluppo di nuovi prodotti. L’Italia è un paese all’avanguardia e Napoli può diventare un laboratorio di prodotti che si caratterizzano per sostenibilità ambientale e di risparmio di consumo. Il Gruppo può permettersi per i prossimi due o tre anni di investire anche in un sito in perdita come accaduto per Fca a Pomigliano.
Napoli ha anche un’importanza sociale da non trascurare. Il tavolo permanente istituito presso Il Mise deve dare risposte occupazionali e produttive certe e stabili con la partecipazione di Whirlpool entro i prossimi due mesi. Lo dobbiamo ai 400 dipendenti di Napoli ma anche a tutti i dipendenti del Gruppo.

Ufficio Stampa Fim Cisl

Scarica PDF Comunicato

Agenda

Speciale 15^ Assemblea Organizzativa Nazionale FIM CISL

Speciale Assemblea Nazionale

INFORMATIVA COMPLETA ISCRITTI
Iscriviti a channel Telegram FIM Cisl⁠⁠