Home / Ufficio Stampa / ROTABILE FERROVIARIO-AMIANTO: FINALMENTE! Con la legge di Bilancio approvate le norme risolutive

ROTABILE FERROVIARIO-AMIANTO: FINALMENTE! Con la legge di Bilancio approvate le norme risolutive

30 Dicembre 2020

Comunicato stampa
ROTABILE FERROVIARIO-AMIANTO: FINALMENTE!
Con la legge di Bilancio approvate le norme risolutive
Missione compiuta. Dopo 13 faticosi mesi di duro e paziente lavoro, i primi 395 lavoratori
del settore rotabile ferroviario esposti all’amianto potranno andare in pensione.

Approvato infatti – con la legge di Bilancio votata in entrambi i rami del Parlamento – uno specifico comma recante 6 importanti articoli che modificano e perfezionano la legge istitutiva del 2016, consentendo l’approdo al pensionamento per i lavoratori in possesso dei requisiti entro il 31 dicembre 2020.

Le modifiche introdotte contengono, altresì, un ulteriore risultato da sempre rivendicato: ovvero l’impostazione strutturale alla soluzione della vertenza, con impegni precisi per il perfezionamento delle domande sospese e per le coperture finanziarie necessarie ad assicurare il diritto anche ai lavoratori che accederanno al diritto nei prossimi anni.

Dopo la battuta d’arresto registrata in sede di conversione in legge del DL agosto, ai fini della positiva soluzione della vertenza, sono risultati decisivi i contributi bipartisan di autorevoli parlamentari, nonché l’impegno diretto del MEF e della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati.

Un’attività istituzionale che ha fatto il paio con le numerose iniziative portate avanti nei territori da parte delle strutture territoriali di FIM FIOM UILM e dalle RSU, nonché dal prezioso lavoro di istruttoria avviato con il Ministero del Lavoro sin da inizio anno.

Un importante risultato corale, di sintesi tra l’espressione più alta della Politica a livello istituzionale e le forze sociali a livello nazionale e nei territori, che fa ben sperare per la risoluzione delle prossime sfide che attendono il Paese.

Nei prossimi giorni, è atteso un pronunciamento da parte dell’INPS nazionale, in modo da consentire la concreta presentazione delle domande di pensione presso le sedi territoriali di residenza dei primi lavoratori interessati.

VALERIO D’ALÒ-MAURO MASCI PIETRO LOCATELLI LUCA COLONNA-ANDREA FARINAZZO

FIM, FIOM, UILM NAZIONAL

Roma, 30 dicembre 2020

Scarica PDF Comunicato

Agenda

Speciale 15^ Assemblea Organizzativa Nazionale FIM CISL

Speciale Assemblea Nazionale

INFORMATIVA COMPLETA ISCRITTI
Iscriviti a channel Telegram FIM Cisl⁠⁠