Documento conclusivo del Coordinamento Nazionale Giovani Fim Cisl – Roma 16 giugno 2015

1508546_10206517778041546_2482604681923039742_n

Coordinamento Nazionale Giovani Fim Cisl

Documento conclusivo

La Fim Cisl ha lanciato una sfida importante per il futuro del sindacato: rimettere i giovani al centro delle proprie politiche e dentro il monitor della rappresentanza. Nella giornata del 16 giugno 2015 si è riunito a Roma, nella Sede nazionale della Fim Cisl, coordinamento Nazionale Fim Giovani che ha visto la partecipazione di oltre trenta delegati da ogni Regione e di alcuni Segretari regionali. Ha così preso ufficialmente avvio la fase di ricostruzione dell’ attività e del coordinamento del Network Giovani Metalmeccanici (NGM).

Dopo l’introduzione di Andrea Donegà, che ha illustrato il progetto Giovani Fim e le modalità con cui costruire un coordinamento giovani sul proprio territorio (vedi allegato), si sono susseguiti una serie di interventi, alcuni dei quali hanno raccontato le propri esperienze e l’attività sui giovani nei territori. Esperienze virtuose, da cui è emersa la necessità di un forte impegno organizzativo per intercettare i giovani dentro i luoghi di lavoro e nel territorio.

Formare i giovani e coltivarne la passione significa occuparsi del futuro del Sindacato, che solo così potrà mantenere la capacità di incidere nei cambiamenti. Questo non significa diventare “rottamatori”, ma far riscoprire ai giovani il Sindacato, il suo ruolo, i suoi valori , “impadronendosene”, sentendolo casa propria.

Ripartire dai giovani significa anche costruire un Sindacato più fresco, vivace, in grado di alimentare relazioni al passo coi tempi, mantenendo la continuità con l’esperienza e i valori del passato.

Avvieremo da subito, con il contributo delle strutture territoriali, la mappatura dei delegati, attivisti e iscritti under 35 nei vari territori. L’obiettivo è di costruire una rete giovani capillare e attiva nei territori e nelle aziende, attivando iniziative su tematiche quali la formazione, la previdenza, le normative contrattuali, la legalità e le nuove povertà.

Un’attenzione importante sarà dedicata all’uso consapevole dei social media; il Sindacato 2.0 deve rovesciare in senso democratico l’informazione, sfruttando le potenzialità offerte dalla rete internet per sviluppare un’informazione senza filtri, non distorta e più prossima al vissuto dei giovani lavoratori.

Nel mese di settembre si terrà nuovamente il Campo Giovani in continuità con l’esperienza di Peschici. Invitiamo a individuare già da subito i partecipanti. Le date verranno comunicate tempestivamente. Per l’autunno sarà previsto un momento formativo riservato al gruppo dei Coordinatori regionali durante il quale verranno condivise esperienze, aspettative e prospettive per accrescere la consapevolezza del ruolo e dell’importanza delle strategie organizzative.

Nel frattempo i territori già attivi proseguiranno con le proprie iniziative, condividendole con gli altri in modo da diffondere le buone prassi. A questo proposito sarà opportuno rilanciare l’utilizzo della sezione “NGM” all’interno della “rete Fim” in First Class e sul Sito Nazionale della Fim Cisl. Già da oggi sarà presente una sezione dedicata all’attività del Network Giovani Fim che alimenteremo via via con documenti, volantini, focus e materiale grafico .

Roma 16 giugno 2015

Scarica Documento