Home / Coronavirus / Il morbo cambia lavoro e filiere globali: ora aiuti selettivi e fabbriche riaperte

Il morbo cambia lavoro e filiere globali: ora aiuti selettivi e fabbriche riaperte

3 Marzo 2020

Intervista a Marco Bentivogli segretario generale Fim Cisl – Il Messaggero 1 marzo 2020

“Gli aiuti alle imprese e ai lavoratori nelle zone rosse sono ok. Vanno meno bene i provvedimenti nel loro complesso. L’intero sistema Italia, non solo il governo, può uscire da questa situazione solo con un salto di qualità. Bisogna dire stop a richieste e distribuzione di soldi a pioggia. Dobbiamo invece far leva sull’epidemia per sconfiggere il virus vero: la recessione dell’economica assieme alla logica di vivere sempre in emergenza”. Marco Bentivogli, il segretario dei metalmeccanici della Cisl, non la manda a dire.

Cosa la preoccupa di più in queste ore?

Situazione sanitaria a parte, vedo che chiudono aziende metalmeccaniche, automotive o biomedicali per mancanza di componenti dalla Cina. Ieri è accaduto alla Bentel Security, in Abruzzo, a 500 km dalla zona rossa” Scarica PDF intervista

Il lavoro è un momento di grandi relazioni e contatto con tante persone.
Prestiamo tutti, anche noi sindacalisti, attenzione ad alcuni accorgimenti.
La crisi del 2008 ci ha fatto perdere il 25% del tessuto industriale senza successivi, rilevanti, effetti compensativi; questa emergenza sanitaria determinerà una ulteriore contrazione di capacità produttiva e perdite di 650 miliardi di euro secondo le stime del Cerved.
Scarica Piano

Agenda

Speciale 15^ Assemblea Organizzativa Nazionale FIM CISL

Speciale Assemblea Nazionale

INFORMATIVA COMPLETA ISCRITTI
Iscriviti a channel Telegram FIM Cisl⁠⁠