Home / Ufficio Stampa / CNH Industrial, Apetino Fim Cisl, intesa quadro su piano di investimenti e riorganizzazione che esclude i licenziamenti

CNH Industrial, Apetino Fim Cisl, intesa quadro su piano di investimenti e riorganizzazione che esclude i licenziamenti

10 Marzo 2020

Comunicato Stampa

Dichiarazione del coordinatore nazionale Automotive Raffaele Apetino

CNH Industrial, Apetino Fim Cisl,intesa quadro su piano di investimenti e riorganizzazione che esclude i licenziamenti

Oggi nonostante le difficoltà derivanti dal coronavirus abbiamo sottoscritto con CNH Industrial  un accordo quadro che esplicita tutti gli investimenti per i siti di Cnhi in Italia e individua gli strumenti utili per gestire in modo socialmente responsabile il piano di riorganizzazione degli stabilimenti italiani.

E’ un’intesa importante, che andrà sviluppata anche in sede locale, con ulteriori accordi. L’intesa  raggiunta oggi, di fatto,  scongiura il rischio di licenziamenti anche nei siti  San Mauro (To) e a Pregnana (Mi), dove l’azienda aveva dichiarato potenziali eccedenze determinate dalla decisone di riconvertire e di cessare la produzione.

Per scongiurare i potenziali esuberi abbiamo messo in campo un serie di soluzioni, da adoperare in modo differenziato negli stabilimenti di Pregnana, San Mauro e Brescia.

misue come

– Almeno di una proposta incentivata su un altro sito del gruppo;

– Uscita agevolata dei lavoratori finalizzata al raggiungimento della pensione;

– Distacchi e Trasferte;

– Ricorso ad ammortizzatori sociali.

Infine, per il solo sito di Pregnana, la ricerca da parte aziendale, di soggetti industriali disponibili a rilevare il sito, a condizioni agevolate, per lo svolgimento di attività imprenditoriali sostenibili nel lungo periodo e capaci di assorbire una parte dell’attuale occupazione, nonché eventuali opportunità di reimpiego da parte di altre aziende sul territorio.

Tali strumenti saranno a disposizione dei tavoli locali ferma restando una cabina di regia nazionale.

Un accordo importante peri i circa 18mila lavoratori diretti (oltre l’indotto) del gruppo, perche  contiene misure utili anche per lo stabilimento di Brescia e compie una dettagliata ricognizione delle missioni produttive stabilimento per stabilmento Cnhi in tutt’ Italia..

L’intesa raggiunta oggi conformemente alle disposizioni governative emanate per contenere l’epidemia in corso, si raggiunta avvalendoci di call conference e di scambi informatici.

Roma, 10 marzo 2020

Ufficio Stampa nazionale Fim Cisl

Scarica PDF Comunicato

Il lavoro Post Pandemia

Agenda

Speciale 15^ Assemblea Organizzativa Nazionale FIM CISL

Speciale Assemblea Nazionale

INFORMATIVA COMPLETA ISCRITTI
Iscriviti a channel Telegram FIM Cisl⁠⁠