Home / Segretario Generale / Benaglia: La contrattazione non può andare in cig, adesso rinnovare il contratto dei meccanici

Benaglia: La contrattazione non può andare in cig, adesso rinnovare il contratto dei meccanici

15 Luglio 2020

Il Sole 24 Ore -14 Luglio 2020 – Cristina Casadei

La Cisl chiama Roberto Benaglia per rafforzare la categoria dei meccanici. Eletto a larghissima maggioranza dal consiglio generale della Fim, succede a Marco Bentivogli che si è dimesso nelle scorse settimane

Il suo primo giorno di lavoro da segretario generale della Fim, Roberto Benaglia lo inizia con la visita allo stabilimento di Leonardo a Roma.Il sindacalista è stato eletto a larghissima maggioranza alla guida delle tute blu della Cisl. Succede a Marco Bentivogli che si è dimesso nelle scorse settimane e, fin da subito, connota il suo mandato scendendo in fabbrica. «La contrattazione non può andare in cassa integrazione», dice. Anche se arriva a trattativa del rinnovo del contratto dei metalmeccanici iniziata, ha le idee molto chiare sull’importanza della contrattazione anche in fase di crisi e dell’unità del tavolo negoziale: «Da soli non si va da nessuna parte», sostiene.

Federmeccanica ha rappresentato ai sindacati una situazione davvero difficile, testimoniata dai dati della produzione e della cassa integrazione. Lei arriva a piattaforma per il rinnovo del contratto già approvata e presentata. Ritiene che ci sia qualcosa da cambiare?

La piattaforma è quella. Non c’è dubbio che dobbiamo allargare il confronto su come rilanciare questo settore che è stato profondamente colpito dalla crisi, dovuta a questa emergenza sanitaria. Io però credo che la contrattazione non possa andare in cassa integrazione. Il confronto deve entrare nel merito, i temi della piattaforma possono essere utili anche per rilanciare il settore.

Il patto per la fabbrica resta un punto di riferimento così come è?

Per noi il patto per la fabbrica non è una camicia di forza che dobbiamo soffrire. Va applicato ma ha bisogno di svilupparsi anche sulle parti normative. Contiene infatti indicazioni su welfare, formazione continua e politiche attive, oltre che sui salari. Su quest’ultimo tema coniuga le regole per la contrattazione dei salari con il fatto che i salari devono crescere.

E la produttività?

Certamente c’è un rapporto con la produttività. Però adesso più che occuparci di architettura contrattuale dobbiamo occuparci di merito contrattuale….leggi l’intervista completa

Il lavoro Post Pandemia

Agenda

Speciale 15^ Assemblea Organizzativa Nazionale FIM CISL

Speciale Assemblea Nazionale

INFORMATIVA COMPLETA ISCRITTI
Iscriviti a channel Telegram FIM Cisl⁠⁠