Home / Ufficio Stampa / Unionmeccanica: Fase 2 partono i Comitati Territoriali anti-Covid19 nel settore industriale PMI

Unionmeccanica: Fase 2 partono i Comitati Territoriali anti-Covid19 nel settore industriale PMI

25 Maggio 2020

Comunicato Stampa

Dichiarazione del Segretario Nazionale Fim Cisl Ferdinando Uliano

Unionmeccanica: Fase 2 partono i Comitati Territoriali anti-Covid19 nel settore industriale PMI

Sottoscritto da Fim-Cisl, Fiom-Cgil, Uilm-Uil e Unionmeccanica, è il primo Avviso Comune del settore industriale che costituisce i comitati territoriali, organismi particolarmente necessari ed importanti per mettere in sicurezza i lavoratori delle piccole e medie imprese (PMI) dal rischio Covid-19.

I contesti delle piccole aziende sono, infatti, quelli più a rischio contagio e dove, a causa dell’eccessiva parcellizzazione e della mancanza di rappresentanti sindacali e per la sicurezza, si riscontrano maggiori difficoltà sia per la costituzione dei comitati aziendali che per la definizione di specifici protocolli anti-contagio.

Per noi la “Fase 2” deve essere caratterizzata dalla messa in sicurezza di tutti i luoghi di lavoro; non si possono fare distinzioni di carattere dimensionale. Tutti i lavoratori, nessuno escluso, devono essere tutelati dalle misure anti-Covid definite dal protocollo del 14 marzo, integrato da quello del 24 aprile 2020.

I comitati territoriali saranno composti dall’organismo paritetico con il coinvolgimento degli RLST.

L’Avviso Comune definisce che il comitato territoriale dovrà supportare le imprese, i comitati aziendali ed i lavoratori per una corretta interpretazione e applicazione dei contenuti del protocollo. Svolgerà un ruolo importante di monitoraggio dell’operato dei comitati aziendali e di applicazione delle misure previste dal protocollo nelle realtà aziendali prive di tali comitati. Inoltre, avrà il compito di divulgare le buone prassi e la cultura della sicurezza negli ambienti di lavoro e dovrà coinvolgere, stimolare e dialogare con i soggetti Istituzionali e le autorità sanitarie locali per creare positive sinergie.

Si partirà immediatamente. Nei prossimi giorni, l’organismo paritetico nazionale dei metalmeccanici (OPNM) definirà delle proposte sulle modalità operative di funzionamento che dovranno trovare omogenea applicazione a livello territoriale, anche in riferimento a linee guida rivolte al ruolo degli RLST, nello specifico ambito di adozione dei protocolli di sicurezza anti-contagio.

L’Avviso Comune e i comitati territoriali danno una spinta importate all’azione di prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro, a partire dalle piccole e medie imprese, con uno spirito di collaborazione e partecipazione coinvolgendo tutti i soggetti responsabili sulla prevenzione e sicurezza, a partire dai rappresentanti della sicurezza territoriali.

Ufficio stampa Fim Cisl

Roma, 25 maggio 2020

Scarica PDF Comunicato

Il lavoro è un momento di grandi relazioni e contatto con tante persone.
Prestiamo tutti, anche noi sindacalisti, attenzione ad alcuni accorgimenti.
La crisi del 2008 ci ha fatto perdere il 25% del tessuto industriale senza successivi, rilevanti, effetti compensativi; questa emergenza sanitaria determinerà una ulteriore contrazione di capacità produttiva e perdite di 650 miliardi di euro secondo le stime del Cerved.
Scarica Piano

Agenda

Speciale 15^ Assemblea Organizzativa Nazionale FIM CISL

Speciale Assemblea Nazionale

INFORMATIVA COMPLETA ISCRITTI
Iscriviti a channel Telegram FIM Cisl⁠⁠