Fim X Skills 4.0

Leonardo: grandi prospettive per Aerostrutture

Comunicato sindacale

Leonardo

Grandi prospettive per Aerostrutture

 

Come FIM CISL riteniamo estremamente positiva la notizia (finalmente) confermata del MoU tra Leonardo e il gruppo cinese Kandge Investment per la costruzione di una forte partenrship nello sviluppo del programma COMAC CR929, un velivolo commerciale che si pone come obbiettivo quello di entrare nel segmento dei wide body (aerei a fusoliera larga) oggi ad esclusivo appannaggio dell’americana Boeing e dell’europea Airbus.

I fabbisogni mondiali previsti in questo settore sono sempre più in crescita e la possibilità di contare in proiezioni che vedono, nel solo mercato cinese, possibili volumi pari a 1500 unità, garantisce al velivolo stesso un’ottima base potenziale di partenza su cui consolidare il programma e puntare a renderlo di successo a livello globale.

E’ importante e gratificante inoltre, la scelta da parte del partner cinese di riconoscere il valore delle competenze di sviluppo e ingegneria della Divisione Aerostrutture di Leonardo, confermando la presenza consolidata e affermata di un livello tecnico e tecnologico elevato a livello mondiale dell’aeronautica del nostro paese.

Sarà altrettanto importante comprendere, nell’articolazione definitiva dell’intesa, quali potranno essere le ricadute future anche nell’ambito della produzione che interessa particolarmente i siti campani e pugliesi della Divisione, che potrebbero garantire consolidamento e crescita occupazionale solidi e duraturi.

Sarà infine estremamente interessante comprendere quali potranno essere gli ambiti di sviluppo nella cooperazione anche nel campo dello spazio altra importante, eccellenza tecnologica italiana con grandi potenzialità di prospettiva.

Sarà fondamentale per Leonardo continuare nell’azione commerciale nazionale ed internazionale per garantire solidità e prospettiva anche alle altre Divisioni.

A tale proposito come FIM CISL continuiamo a ribadire che il ruolo del Governo deve essere di sostegno e supporto a Leonardo così come a tutte le grandi aziende partecipate come Fincantieri attraverso gli investimenti necessari per i bisogni del Paese.

Questi non rappresenterebbero aiuti di stato ne sussidi, ma sviluppo industriale ed occupazionale, come nel caso della Difesa, relativamente alla quale contrariamente, continuano i tagli su programmi fondamentali e strategici.

Roma, 26 ottobre 2018                                                                                           

FIM CISL NAZIONALE

LEONARDO COMAC comunicato 26102018